Bimbi avvelenati, dalla Romania: “Ci fu un sms di minacce alla madre”

Si infittisce il giallo sulla morte del piccolo Sebastian Lupescu, 5 anni, morto per avvelenamento da pesticida dopo aver ingerito alcuni cioccolati lasciati fuori dall’abitazione dei genitori.
La pista della vendetta nei confronti della coppia di romeni e’ quella maggiormente battuta dai carabinieri della Compagnia di Licata e dalla Procura di Agrigento che con il procuratore aggiunto Ignazio Fonzo e il sostituto Andrea Maggioni, hanno gia’ sentito decine di persone.
Intanto, dalla Romania, alcuni parenti dei Lupescu, lanciano accuse e confermano l’ipotesi della vendetta.
Secondo una cugina della madre del piccolo, intervistata dall’emittente romena “Antenna 1”, la donna avrebbe avuto una relazione con un italiano e qualche giorno prima della tragedia al suo telefono sarebbe anche giunto un sms con la scritta “Fuori dall’Italia”.
Si attende che i carabinieri del Ris ai quali sono stati inviati alcuni campioni prelevati sulla confezione dei cioccolatini avvelenati riescano a tracciare il profilo genetico del presunto assassino. Dalla Procura al momento in ordine a quanto riportato dai media romeni c’e’ il massimo riserbo.