Comune di Casteltermini: sciopero autisti ditta Cuffaro, domani riunione in Regione

Non si è ancora risolta la complessa vicenda, che vede al centro gli autisti della ditta Cuffaro. Gli impiegati dell’azienda di autotrasporti – che da decenni garantisce i collegamenti tra i comuni montati i Casteltermini, San Biagio Gemini da e per Agrigento e da e per Palermo – hanno, da giorni, serrato le braccia, per via del mancato pagamento degli stipendi. Gli impiegati, infatti, hanno occupato il parco macchine, dove stazionano i bus della ditta, reclamando il diritto al regolare stipendio. Una problematica che si ripresenta dopo un paio di mesi di tregua. L’amministrazione comunale i Casteltermini,, con il sindaco Sapia, il vice Ferlisi e gli assessori Faraone e Tortorici hanno visitato, nel luogo della protesta, i dipendenti della ditta Cu ffaro, mostrando la loro solidarietà. Domattina la questione finirà sul tavolo del governo regionale. Alle 11.00, infatti, si terrà una riunione presso l’Assessorato regionale ai Trasporti a Palermo. All’incontro saranno presenti, oltre agli autisti della Cuffaro, il sindaco di Casteltermini, Nuccio Sapia e una rappresentanza dell’amministrazione comunale.
“La questione ci sta molto a cuore, dice il sindaco Sapia. Il tentativo di mediazione promosso dall’amministrazione comunale, tenutosi presso il Comune e al quale erano presenti i lavoratori ed i rappresentanti sindacali di UIL Trasporti, Megna (Uil trasporti regionale) e Stella ( UIl trasporti provinciale), i titolari della ditta Vincenzo Cuffaro, e gli assessori Ignazio Ferlisi, Enzo Faraone e Gero Tortorici – non ha avuto, purtroppo, l’esito sperato. Dopo diverse ore di confronto, spiega ancora Sapia, le posizioni delle parti non si sono avvicinate e, quindi, è sfumato il tentativo di riprendere il servizio. Questo con estremo disagio per le decine di studenti, lavoratori, ma anche di utenti dell’ospedale e dei servizi sanitari del capoluogo. Adesso la trattativa si sposta a Palermo. Con la riunione di domattina, dice ancora il sindaco Sapia, confidiamo che le parti possano trovar e una intesa, auspicando che si giunga alla meritata soddisfazione dei lavoratori, che si aspettano soluzioni concrete e non semplici impegni. In ogni caso, conclude Sapia, dovrà trovarsi una soluzione alternativa, tale a risolvere, in tempi brevissimi, i disagi creati ai pendolari. Non p infatti plausibile che il disservizio prosegua. Casteltermini non può, infatti, isolarsi, rimanendo priva di questo servizio pubblico essenziale”.