Rifiuti a Lampedusa: la giunta approva il nuovo contratto con la Ge.s.a Ag2

Nell’ultima seduta, la giunta comunale ha deliberato l’approvazione del nuovo schema contrattuale con l’Ato Ge.s.a. Ag2. La decisione è stata presa perché la nuova formulazione, ossia la delegazione di pagamento, accoglie la richiesta avanzata dall’amministrazione che chiedeva di corrispondere il costo del servizio direttamente alla ditta Iseda, senza quindi l’intermediazione della stessa Ato.
Nelle scorse settimane, il comune di Lampedusa si era rifiutato di sottoscrivere il contratto che l’Ato aveva sottoposto a tutte le amministrazioni, denunciandone pubblicamente la natura di contratto capestro e rispondendo alla minaccia di sospensione del servizio con una diffida.
“Abbiamo ottenuto quanto chiedevamo – spiega il sindaco delle Pelagie Giusi Nicolini -. Ora pagheremo il servizio direttamente a chi lo effettua, avendo garanzia che quei soldi vengano prioritariamente impiegati per gli stipendi degli operatori. E’ un risultato che tutela gli interessi di questa amministrazione, i posti di lavoro e la qualità del servizio”.
La giunta ha anche deliberato l’adesione all’Osservatorio permanente sulla violenza intrafamigliare promosso dalla associazione Luce Onlus di Agrigento e ha concesso il patrocinio all’iniziativa “Primo maggio per Lampedusa nel segno dell’integrazione dei popoli” che verrà organizzata sull’isola dalle Acli provinciali.