Furto in una casa al villaggio Mosè: condannati presunti mafiosi

Due presunti affiliati alla famiglia mafiosa di Agrigento, Natale Bianchi, 36 anni, e Giuseppe Infantino, 31 anni, arrestati il 26 giugno nel blitz “Nuova cupola”, sono stati condannati a due anni di reclusione ciascuno perchè riconosciuti responsabii di furto. La sentenza è stata emessa dal giudice monocratico Graziella Luparello. Il fatto risale al 4 novembre del 2009, quando Bianchi e Infantino si sarebbero introdotti nell’abitazione di un sessantenne al Villaggio Mosè, riuscendo a impossessarsi di orologi, collane e orecchini d’oro e argenteria.