Firetto: “Che fine ha fatto l’autostrada Gela-Castelvestrano?”

Il deputato regionale Lillo Firetto (Udc) ha presentato un’Interrogazione all’Ars al fine di ottenere dal Governo Regionale notizie in merito agli interventi programmati da tempo, ma mai attuati, per la chiusura del reticolo autostradale Gela-Castelvetrano.
Considerato che la provincia di Agrigento è l’unica area siciliana non ancora dotata di autostrada e che per collegare la fascia meridionale dell’Isola attualmente viene utilizzata la Strada Statale 115 che per le sue caratteristiche e la vetustità delle opere civili (ponti, viadotti ecc…) risulta assolutamente inadeguata ai volumi di traffico odierni, il parlamentare regionale agrigentino ha chiesto notizie circa un’ipotesi di progetto viario più volte annunciato ma mai giunto alla fase di progettazione.
“L’Anas – dichiara l’on. Lillo Firetto – aveva elaborato uno studio di fattibilità relativo all’anello di congiunzione del sistema autostradale siciliano che prevedeva la realizzazione del tratto Gela – Castelvetrano, lungo complessivamente 170 chilometri suddiviso in nove macro-lotti d’intervento”.
“Alla luce del fatto che il traffico sull’attuale SS.115, che attraversa numerosi centri urbani (Porto Empedocle) e zone di pregio storico, archeologico,ambientale come la Valle dei Templi, determina livelli di inquinamento che spesso vanno oltre i limiti ammessi dalla normativa vigente e che attualmente la statale è intransitabile nei pressi di Ribera per il crollo del ponte sul fiume Verdura – conclude l’on. Lillo Firetto – appare opportuno e urgente garantire l’avvio della realizzazione del progetto autostradale con indubbi benefici per l’economia e la sicurezza del territorio”.