L’Akragas batte l’Alcamo ma il Campofranco vince a Valderice: festa solo rimandata

Bonaffini, Aprile e Caci festeggiano insieme al presidente Silvio Alessi
Bonaffini, Aprile e Caci festeggiano insieme al presidente Silvio Alessi
Bonaffini, Aprile e Caci festeggiano insieme al presidente Silvio Alessi

L’Akragas batte l’Alcamo per due a uno ma deve rinviare l’appuntamento con la promozione matematica in serie D. Il Campofranco, una delle dirette inseguitrici, ha superato in trasferta per uno a zero il Valderice mantenendo inalterata la distanza di dieci punti. Domenica prossima a Monreale basterà mantenere immutato il distacco dal Campofranco e mantenere il Gemini ad almeno dieci punti per brindare dopo quattordici anni al salto di categoria. Con una vittoria i biancoazzurri di Pino Rigoli saranno promossi senza curarsi di guardare i risultati delle altre squadre.
Questo è ciò che la matematica impone.
Perché il cuore è già volato oltre. Al termine dell’incontro infatti, giocatori, dirigenti e staff tecnico hanno festeggiato sul terreno di gioco per almeno dieci minuti sotto la curva e fuori dallo stadio sono continuati cori e caroselli in vista di un obiettivo che ormai è virtualmente raggiunto.

LA CRONACA

La promozione dell’Akragas in serie D passa, prima che dai campi sui quali giocavano Gemini e Campofranco, dall’Esseneto dove arrivava l’Alcamo di Vincenzo Montalbano, l’unica formazione in grado di bloccare la cavalcata biancazzurra nel girone di andata.
I bianconeri trapanesi sono in piena corsa per un buon piazzamento nei play off e scendono in campo senza sentire la pressione psicologica di giocare in casa della capolista che ha dominato il campionato.

I primi minuti di gara sono, come al solito, caratterizzati da una fase di studio, con gli ospiti che provano ad occupare gli spazi e a non consentire all’Akragas di produrre azioni pericolose.
Al 7 i padroni di casa si presentano per la prima volta dalle parti di Lo Verde con una bella azione iniziata da Bonaffini, proseguita da Criniti e conclusa da Arena con un tiro che non impensierisce l’estremo bianconero.

L’Alcamo attende le mosse dei biancazzurri e prova a ripartire in contropiede.
Al 17′ Bonaffini colpisce d’esterno e la palla finisce al lato.
Il gioco si sviluppa prevalentemente nella metà campo ospite anche se l’Alcamo comincia a premere sull’acceleratore e si fa pericolosa collezionando tiri piazzati.

Al 22′ il portiere Russo si oppone con i pugni ad una gran punizione battuta da Di Giuseppe. Due minuti dopo ci prova Palermo, sempre dalla distanza, palla fuori di poco.
Al 26 altra punizione per l’Alcamo, la posizione è centrale ma la conclusione a “palombella” è alta.
Al 29′ Alcamo in gol con Giacalone sugli sviluppi di un calcio d’angolo, ma l’arbitro annulla per fuorigioco dello stesso numero 6.

Ma è nel momento migliore degli ospiti che arriva il gol del vantaggio dei padroni di casa: Criniti mette al centro un pallone su cui non arriva Contino, ma Arena è lestissimo a mettere alle spalle di Lo Verde.
Grande gioia sugli spalti e proteste, invece, per i giocatori di Montalbano che reclamano per un fuorigioco che dagli spalti, comunque, nessuno ha ravvisato, e Cardinale rimedia un cartellino giallo.
Al 39′ Lo Verde respinge una punizione di Arena ed al 43′ l’Akragas è ancora pericolosa, ancora su punizione. Questa volta è Criniti a sfiorare l’incrocio dei pali.
Dopo due minuti di recupero l’arbitro manda tutti negli spogliatoi.

Nella ripresa l’Alcamo entra in campo determinata e schiaccia i padroni di casa nella loro area di rigore, procurandosi tre corner consecutivi che però non producono seri problemi a Russo.
Ma quando l’Akragas riparte, è sempre pericolosissima. Al 9′ Contino di testa, servito da Parisi, manda alto da pochi passi.
L’appuntamento con il gol, per il capitano biancazzurro, è rinviato di tre minuti. Pellegrino conquista palla a centrocampo e lancia Arena che si invola sulla destra, controlla, mette al centro un cross perfetto per la testa di Contino che insacca di potenza, malgrado il tentativo di Lo Verde.
L’Alcamo non si perde d’animo ma al 15′ rischia ancora su un gran tiro di Bonaffini che finisce di poco al lato.
Al 19′ Russo si fa perdonare gli errori pregressi e salva la porta volando all’incrocio dei pali deviando in angolo una conclusione alla “Del Piero” di Cardinale.
Al 21′ Vindigni salva sulla linea un colpo di testa di Cardinale.
Al 38′ Rosa si mangia letteralmente il gol svirgolando davanti alla porta il pallone servito da Criniti.
Al 40′ l’Alcamo accorcia le distanze, meritatamente, con un punizione battuta in maniera magistrale da Cardinale, migliore in campo dei suoi.
L’ultimo sussulto per i padroni di casa lo offre Messina che mette in rete il pallone del pareggio. Ma l’arbitro annulla ancora per fuorigioco con Montalbano lascia la panchina per protesta.

IL TABELLINO

Akragas: Russo, Parisi, Alletto, Caci, Vindigni, Iannello, Bonaffini, Pellegrino, Contino, Arena, Criniti.
All. Rigoli

Alcamo: Lo Verde, Monteleone, Scrozzo, Di Giuseppe, Russello, Giacalone, Palermo, Di Bartolo, Messina, Cardinale, Bruscia.
All. Montalbano

Reti: Arena 30′ pt, Contino 12′ st.

Sost. Bruscia (15 st, Zerbo) Di Govanni (20′ Palermo), Rosa (20′ st Contino), Gatto (33′ Bonaffini), Piccolo (37′ st Russello).

I risultati della ventiseiesima giornata:

Akragas-Alcamo 2-1 Arena (Ak), Contino (Ak), Cardinale (Al)
Bagheria-Mazara 0-1
Folgore Selinunte-Monreale 1-1
Leonfortese-Sancataldese 2-2
Parmonval-Raffadali 1-0
Riviera Marmi Custonaci-Kamarat 0-0
San Giovanni Gemini-Marsala 2-2
Valderice-Atletico Campofranco 0-1.

Classifica: Akragas 62 punti, Atletico Campofranco 52, San Giovanni Gemini 50, Riviera Marmi Custonaci 47, Alcamo 44, Raffadali 40, Leonfortese 34, Kamarat 33, Folgore Selinunte 31, Mazara 28, Valderice, Parmonval e Monreale 26, Marsala e Sancataldese 25, Bagheria 21.