Mezza maratona della Valle dei Templi: evento sportivo da sostenere

Il Distretto Turistico Regionale Valle dei Templi esprime la propria soddisfazione per l’ottima riuscita della decima edizione della Mezza Maratona della Concordia.

“Non possiamo che esprimere vivo apprezzamento nei confronti degli organizzatori – dichiara l’Amministratore di Piano, Gaetano Pendolino -. Un anno di impegno che ha dato innegabilmente ottimi risultati e praticamente a costi prossimi allo zero. La Mezza Maratona va assolutamente sostenuta e può essere considerata una case history da studiare per tentare di far crescere gli altri eventi di sport, cultura, arte ed enogastronomia che si realizzano ogni anno e che possono divenire un elemento produttivo di sostegno per le azioni di destagionalizzazione dei flussi turistici”.

A prendere parte alla Mezza Maratona sono stati circa mille atleti fra i quali circa il 20% proveniente da fuori della Sicilia, chiaramente pernottando, e persino alcune decine di appassionati arrivati anche dall’estero con una permanenza di più notti. Un flusso di persone, accompagnati da familiari al seguito, che ha generato fra l’altro un ottimo giro d’affari in un momento assolutamente.

Certamente al raggiungimento di questi risultati ha molto influito il passaggio all’interno della via Sacra, e di ciò bisogna anche dare merito ed essere grati alla sensibilità della direzione dell’Ente Parco Valle dei Templi che ha intuito l’importanza di tale scelta, che ha arricchito la proposta sollecitando non pochi appassionati a fare questa singolare esperienza. Tutto ciò chiaramente si è trasformato in un eccellente investimento di immagine poichè oggi la Valle dei Templi ed Agrigento possono contare su un nutrito numero di nuovi ambasciatori, i circa 1000 maratoneti che hanno attraversiato la Valle dei Templi, che racconteranno la straordinaria esperienza alimentando il miglior processo comunicativo che passa attraverso il TAM TAM con gli strumenti più variegati (passaparola, pagine facebook con pubblicazione delle foto, email, blog tematici, racconto di esperienza ad altri maratoneti che da ora in poi incontreranno in giro per il mondo). Insomma una straordinaria azione di marketing a costi zero.

La speranza adesso è che questa manifestazione possa in futuro godere del sostegno pubblico e privato affinché si possa pensare ad una sua ulteriore crescita negli anni”.