Ribera. Cemento depotenziato nelle case popolari, sgomberati 76 alloggi

Momenti di tensione a Ribera per l’avvio delle operazioni di sgombero di dodici palazzine popolari dichiarate inagibili perche’ costruite con cemento depotenziato. Per eseguire l’ordinanza del sindaco Carmelo Pace si sono schierati all’alba almeno un centinaio di uomini di polizia, carabinieri, vigili del fuoco e corpo forestale. I tecnici dell’Enel e della Girgenti Acque hanno provveduto a staccare le utenze. Si tratta di una prima tranche di provvedimenti. Gli alloggi da liberare sono complessivamente 76. Alcune famiglie avevano rifiutato di lasciare le case, ma alla fine sono andate via. Saranno ospitate in strutture messe a disposizione dal Comune