Preso con armi e munizioni, scarcerato pensionato. Dovrà dimorare lontano da Agrigento

Giuseppe Gelo Signorino, 63 anni, di Agrigento, ex direttore di un ufficio pubblico in pensione, arrestato il 14 febbraio dai carabinieri di Montaperto con l’accusa di detenzione illegale di arma comune da sparo e munizioni, torna libero.

Lo ha disposto il gip Alberto Davico che ha firmato, pronunciandosi sull’istanza dell’avvocato difensore Diego Galluzzo, un’ordinanza di scarcerazione. Al sessantenne è stata applicata però la misura cautelare del divieto di dimora in provincia di Agrigento. I militari gli hanno trovato in casa un piccolo arsenale di pistole e munizioni.