Cisl Scuola riunita ad Agrigento per il 1° Congresso “Agrigento-Caltanissetta-Enna”

Si è svolto il 4 marzo 2013 presso la Sala Conferenza del Blu Hotel Kaos di Agrigento il “I Congresso territoriale della Cisl Scuola Agrigento Caltanissetta Enna” alla presenza del Segretario Generale Nazionale Francesco Scrima, del Segretario Nazionale Dionisio Bonomo e del Segretario Regionale Vito Cudia.
Durante i lavori congressuali è stata eletta la nuova segreteria della Cisl Scuola Territoriale Agrigento Caltanissetta Enna.
Il Segretario Generale è Rosanna La Placa di Enna, Segretario Generale Aggiunto è Salvatore Fanara di Agrigento, componenti di Segreteria sono: Giuseppe Ingrao, Caci Emanuele e Massimiliano Montalbano.

Il Segretario Generale Aggiunto del nuovo territorio di Agrigento Caltanissetta Enna, Salvatore Fanara, già Segretario Generale uscente della CISL Scuola di Agrigento nel suo intervento al Congresso Territoriale ha tracciato un quadro generale dello stato di salute del mondo della scuola sia a livello nazionale sia, con particolare attenzione, a livello provinciale, lamentando le gravi carenze strutturali in cui versano la gran parte degli edifici scolastici della provincia di Agrigento, nonché le difficoltà cui vanno incontro alunni e personale scolastico per il formarsi di classi con un forte sovrannumero di alunni (c.d. classi pollaio), ricordando come tale scelta abbia quali effetti collaterali, non soltanto la difficoltà di gestione delle classi stesse, ma anche la costante perdita di posti per il personale docente e ata.

Il Segretario Generale Aggiunto ha poi espresso solidarietà e appoggio a nome della Cisl Scuola ai lavoratori della formazione professionale che da tempo vivono senza alcuna certezza retributiva, per i molti mesi di ritardo accumulati nella erogazione dei propri stipendi, e auspicando una riforma del settore che consenta di garantire un futuro stabile e certo al mondo della formazione professionale.
Infine ha concluso il proprio intervento soffermandosi sulla scelta, della Cisl Scuola di riorganizzarsi, indicandone obiettivi e prospettive. In particolare ha ribadito come questa scelta consenta alla Cisl Scuola di essere esempio e laboratorio di un nuovo modo di fare e organizzare il sindacato nel territorio, proponendo un modello che, basandosi sul criterio di ripartizione delle competenze in base al principio di sussidiarietà, possa consentire alla nuova organizzazione di confermare i risultati che già la Cisl Scuola di Agrigento ha ottenuto in questi anni in termini di iscrizioni e rappresentanza nei luoghi di lavoro (R.S.U).