Risolta l’emergenza collegamenti con Lampedusa e Linosa. Nicolini: “Soddisfatta, accolte le nostre richieste”

Arriverà la motonave Laurana a garantire la continuità territoriale tra le Isole Pelagie e la Sicilia. E sarà affiancata dal Bilton, un traghetto ro-ro destinato al solo trasporto merci, incluse quelle pericolose. E’ questo il risultato del tavolo tecnico tra ministero delle Infrastrutture, assessorati regionali ai Trasporti e al Bilancio, comune di Lampedusa e comune di Porto Empedocle, autorità marittima, delegazione di cittadini e Compagnia delle isole, riunitosi oggi a Palermo. La nave Laurana uscirà tra una settimana dal cantiere, dove è stata sottoposta a lavori di ammodernamento, e sarà destinata alla rotta Porto Empedocle – Linosa – Lampedusa.
“Sono molto soddisfatta di questo risultato – ha commentato il sindaco delle Pelagie, Giusi Nicolini, uscendo dall’incontro in Regione -. La decisione della Compagnia delle Isole di dotarci di due mezzi idonei e distinti, per passeggeri e merci, dimostra che la nostra richiesta era legittima e fondata”.
Quella adottata oggi è comunque una soluzione temporanea, perché la nave Laurana non è il mezzo più adatto a servire questa rotta, assicurando quella continuità territoriale importante per le persone, ma altrettanto fondamentale per il sistema produttivo che sul trasporto del pescato basa una parte importante dell’economia delle Isole. Per questo il tavolo tecnico rimarrà al lavoro fino a quando non sarà varato un piano di collegamento definitivo.
“Come ho già detto più volte – ha concluso – le nostre Isole hanno bisogno di una soluzione ‘dedicata’, che tenga conto della distanza e delle condizione meteo marine spesso molto critiche del canale di Sicilia, così come delle attività economiche su cui si regge la vita delle comunità. E mi riferisco in particolare a Linosa, spesso dimenticata, che sul trasporto marittimo basa il suo unico collegamento con la terraferma”.