Donna incinta investita sulle strisce: assolto quarantenne

Denunciato e mandato sotto processo con l’accusa di avere investito una donna incinta e di essere scappato senza prestare soccorsi: qualcuno aveva detto ai poliziotti che il pirata della strada a bordo del motorino indossava una maglietta gialla, al processo, però, le prove si rivelano del tutto insufficienti. Il giudice monocratico Francesco Paolo Pizzo ha assolto “perché il fatto non sussiste” Maurizio D’Alcantara, 43 anni, accusato di lesioni colpose e omissione di soccorso. Il difensore, l’avvocato Danika La Loggia, ha sostenuto la tesi secondo la quale non era stato il quarantenne a investire la donna e fuggire. L’episodio risale al 28 giugno del 2011. Una giovane donna agrigentina in stato di gravidanza (che si è ripresa e ha partorito senza problemi) fu investita da un ciclomotore mentre attraversava le strisce pedonali di fronte al comando dei carabinieri.