Bollette idriche e rimborsi, iniziativa del comitato di quartiere “Cannatello”

Il Comitato di Quartiere Cannatello ritorna sulla questione relativa alle 2.728 bollette dei maggiori consumi idrici del 2007 e del 2008 ed ai 2.807 atti di messa in mora per mancato pagamento del canone idrico del 2008 che il Comune di Agrigento ha notificato alla fine dello scorso mese di dicembre, alla luce della delibera che il Consiglio Comunale ha approvato lo scorso 14 febbraio.

Delibera con la quale si invita il Sindaco a sospendere le bollette per rideterminare gli importi ed applicare alle bollette del 2008 le tariffe approvate nel 2005 dal Consiglio Comunale e non quelle stabilite dal Sindaco nel 2007, applicate nelle bollette.

Nonostante l’intervento del Consiglio, la questione è ancora lontana dall’essere definita per la posizione assunta dal Dirigente del Settore finanziario del Comune che ha dichiarato di non voler procedere alla sospensione e al nuovo calcolo degli importi dovuti.

Vista la situazione il Comitato invita tutti gli utenti che hanno ricevuto le bollette sui maggiori consumi del 2007 e del 2008 e quelli che hanno ricevuto l’atto di messa in mora per mancati pagamenti del canone idrico del 2008, a presentare al Comune la richiesta di annullamento delle bollette.
A tale scopo ha preparato i modelli di domanda.

Anche coloro che hanno già effettuato il pagamento possono presentare la richiesta e chiedere il rimborso delle somme pagate in eccedenza.
Per avere chiarimenti, per ritirare il modulo della domanda, o avere assistenza sull’argomento il Comitato di Quartiere è presente ogni mercoledì pomeriggio, dalle ore 17,30 in poi, nei locali della chiesa San Gregorio, in Via Cavaleri Magazzeni, a Cannatello, a disposizione di tutti gli agrigentini interessati alla vicenda.