Ribera, l’aggressione al cimitero: Termine resta in carcere

Gianfranco Termine, il ventitreenne che sabato mattina al cimitero di Ribera ha accoltellato l’ex fidanzata diciassettenne, resta in carcere. Lo ha deciso il Gip di Sciacca, Roberta Nodari,chiamata a pronunciarsi sulla convalida e la misura cautelare da applicare. L’aggressore durante l’interrogatorio è scoppiato in lacrime. Il difensore del giovane, l’avvocato Francesco Conti, ha annunciato che chiederà subito una perizia medica per verificare le capacità mentali del ragazzo. Le condizioni della ragazza, che non è in pericolo di vita, restano stabili.