Lavoro, famiglie e imprese. Iniziativa del PD agrigentino

Venerdì 18 giugno alle ore 17,00 nella sala dell’Hotel Dioscuri Bay Palace, Agrigento San Leone, si terrà un convegno organizzato dall’Unione Provinciale del Pd di Agrigento sul tema ” Il lavoro, le famiglie, le imprese. I tagli del Governo. Le proposte del Pd”. I lavori saranno introdotti dal Coordinatore Provinciale del Pd Emilio Messana, cui seguirà la relazione dell’On. Marco Causi sulla manovra finanziaria del Governo Nazionale.

Sono previsti gli interventi dei parlamentari del Pd di Agrigento, Sen. Benedetto Adragna, On. Angelo Capodicasa, On. Giacomo Di Benedetto, On.Vincenzo Marinello, On. Giovanni Panepinto, e la partecipazione dell’On. Michele Cimino, Vice Presidente della Regione Siciliana.

Sarà l’occasione per esprimere le riserve del Pd sulla manovra finanziaria del Governo nazionale, che, se confermata, avrà effetti depressivi sull’economia italiana e siciliana in particolare.

In Sicilia i nuovi rapporti del  patto di stabilità suonano come un preavviso di licenziamento per ben 23 mila precari degli enti locali. Sempre in Sicilia, il secondo anno di entrata a regime della c.d. riforma Gelmini produrra nel settore scuola altri 5 mila posti di lavoro in meno.

A fronte di queste misure restrittive, non viene stanziato un euro per nuovi investimenti.

Saranno illustrate le proposte del PD per rilanciare gli investimenti nella formazione e nella scuola, per le liberalizzazioni, per il recupero dell’evasione fiscale, e per l’alleggerimento del carico fiscale sul lavoro e sulle imprese, per la stabilizzazione dei precari degli enti locali, per la sospensione degli effetti della riforma Gelmini.

Con il vice presidente della Regione on. Michele Cimino ci si confronterà anche sullo stato di attuazione delle riforme e delle misure a sostegno dell’economia promosse dall’ARS grazie al contributo fondamentale del Pd  (sostegno agli agricoltori, cantieri di lavoro, esenzione ticket sanitari, finanziamento strade provinciali, riforma degli ATO Rifiuti, pubblicizzazione della gestione dell’acqua, credito di imposta, zone franche urbane).

Il Pd si farà promotore di un ordine del giorno da portare in discussione e in votazione nei consigli comunali, affinché il confronto politico sulla questione sociale siciliana si sviluppi nei luoghi in cui la crisi produce immediatamente i suoi tristi effetti di povertà e perchè si levi alta la denuncia contro una politica economica anti meridionale e per questo contraria agli interessi dell’Italia.