Erosione delle spiagge agrigentine, Roberto Di Mauro autorizza i lavori di ripascimento

Le coste del litorale agrigentino vittime dell’erosione saranno recuperate e a tal fine saranno riutilizzati i sedimenti frutto delle operazioni di escavazione dei fondali del porto di Porto Empedocle. In proposito, l’assessore regionale al Territorio Roberto Di Mauro, che ha autorizzato l’inizio dei lavori,  ha incontrato i sindaci delle città interessate,  Agrigento, Cattolica Eraclea, Licata, Palma di Montechiaro, Sciacca, Ribera, Menfi e Realmonte. Dalle operazioni di dragaggio saranno estratti un milione di metri cubi di sabbia, che e’ stata già sottoposta alle analisi di compatibilità tecnica. Lo stesso Di Mauro afferma : “i lavori di escavazione e la successiva posa nei siti già individuati consentiranno, a costi estremamente ridotti, il ripristino delle spiagge erose. Il ripascimento potrà essere risolutivo da solo o con un’opera minima di contenimento del materiale sabbioso”.