Ribera, nuove disposizioni per la diffusione di materiale pubblicitario

Il decoro urbano prima di tutto. Ispirandosi a questo sano e fondamentale principio, il sindaco Carmelo Pace, ha provveduto ad emettere un importante ordinanza (la n.6 del 16 giugno 2010) che regolamenta la diffusione manuale di materiale pubblicitario.

L’esigenza di dar vita a questa ordinanza è stata avvertita dal Sindaco, poiché la diffusione manuale di materiale pubblicitario è molto praticata in paese, da numerosi addetti che quotidianamente distribuiscono volantini e depliant, e poiché, sempre più frequentemente, gli incaricati della diffusione di materiale pubblicitario, lo gettano per terra, lo lasciano abbandonato sulle soglie d’ingresso dei fabbricati, su panchine, muretti, fioriere. Lo collocano sul parabrezza o sul lunotto delle autovetture. A discapito della pulizia e del decoro di Ribera.

“Questa situazione – afferma il sindaco Pace – non è più tollerabile, perché fa venir meno uno degli aspetti più importanti di ogni paese civile che si rispetti: il decoro urbano. Per costruire un futuro migliore dobbiamo iniziare a migliorare la base del nostro vivere quotidiano, e alla base, tra le altre cose, c’è il rispetto per il prossimo, per il proprio paese; ci sono i sani principi di educazione, decoro e pulizia”.

Proprio per questo, il Sindaco, ha ritenuto opportuno e necessario, perseguire una efficace politica di tutela ambientale e di decoro urbano, nonché di salvaguardia dell’igiene e della salute pubblica.

Così,  rilevato che il  cosiddetto “volantinaggio”,  che consiste nell’effettuazione di attività pubblicitaria e promozionale mediante la distribuzione di volantini, depliant, manifesti, opuscoli pubblicitari o altro materiale, può avvenire esclusivamente nelle cassette postali o con consegna direttamente a mano nelle abitazioni private, all’interno dei locali pubblici ed attività commerciali, ha vietato su tutto il territorio comunale, il lancio, l’apposizione e l’abbandono di materiale pubblicitario: in terra, nelle fessure delle porte, sulle soglie d’ingresso dei fabbricati. Ovunque.

Ha vietato, inoltre, la consegna del materiale pubblicitario ai conducenti o ai passeggeri delle auto durante la circolazione, specificando che che la distribuzione potrà avvenire esclusivamente nelle cassette postali o cassette predisposte allo scopo.

Gli eventuali trasgressori (sia le aziende intestatarie della pubblicità, sia il personale addetto alla distribuzione, sia i privati cittadini) saranno soggetti, salvo che il fatto sia previsto dalla legge come reato o costituisca più grave illecito amministrativo, al pagamento delle sanzioni pecuniarie (da 25 a

250 euro).

Alla luce di quanto detto, il Sindaco ha disposto che la distribuzione di volantini è autorizzata, nel rispetto delle predette disposizioni e divieti, dall’ufficio comunale competente per l’imposta sulla pubblicità, previa presentazione di apposita domanda prima dell’inizio della distribuzione; con l’indicazione del materiale da distribuire, dei tempi e dei luoghi, del committente e dell’incaricato.

Demanda alla Polizia Locale, agli uffici tributari e agli agenti della forza pubblica, il compito di far rispettare l’ordinanza.

“Saremo molto intransigenti – conclude il sindaco Pace – e non tollereremo assolutamente chi non rispetterà questa ordinanza. Come ho già detto, non possiamo prescindere dalla pulizia del nostro paese, ognuno di noi si deve impegnare per mantenerlo quanto più pulito e decoroso possibile”.