Viadotto Morandi, intervento di Fontana

“La cronaca ci consegna la notizia di un’altra morte legata al viadotto  Akragas, una struttura viaria che continua ad essere teatro di fatti luttuosi.

Da presidente della Provincia Regionale di Agrigento, prima, e da parlamentare, dopo, ho sempre cercato di richiamare l’attenzione sulla pericolosità di questa arteria, per altro di grande importanza per la mobilità del  territorio. La messa in sicurezza del viadotto Akragas, anche rispetto al tentativo di scongiurare tragici episodi come quello odierno che ha registrato la tragica morte di un giovane agrigentino, si rende improcrastinabile guardando a sistemi di protezione che possano servire anche scoraggiare gesti tragici che sono, comunque, legati all’insondabile mistero della natura umana. In questo senso l’inerzia di chi è preposto ad intervenire sulla questione, in termini risolutivi, mi spinge a svolgere ulteriori atti ispettivi sulla materia al fine di mettere la parola fine ad una lunga teoria di eventi luttuosi favoriti da un colpevole atteggiamento d’incuria di chi deve presidiare l’agibilità e la sicurezza del viadotto Akragas”.

Lo ha dichiarato l’on. Vincenzo Fontana