Il convegno “Class Action: una prima lettura” al Dioscuri Bay Palace

Si è svolto questo pomeriggio, presso l’hotel Dioscury Bay Palace a San Leone, un convegno sul tema “Class Action: una prima lettura”, organizzato dall’associazione “Nicolò Cinquemani Arcuri”. All’incontro hanno preso parte il Prof. Giorgio De Nova dell’Università Statale di Milano, il Prof. Antonio Palazzo, emerito di Diritto Civile Università di Perugia e presidente dell’Associazione “Nicolò Cinquemani Arcuri”, il Prof. Salvatore Mazzamuto dell’ Università Roma Tre,  il Prof. Mario Serio dell’ Università di Palermo, il Prof. Francesco Scaglione, il Prof. Cesare Salvi, il Prof. Alberto Donati, il Prof. Mauro Bove, il Prof. Antonio Bartolini, Università di Perugia, il Prof. Fabio Santangeli dell’ Università di Catania, l’Avv. Giuseppe Palazzolo, Foro di Palermo, l’Avv. Valeria Pullini, Foro di Ferrara, e l’Avv. Luigi Troja, Foro di Agrigento.

“Questa iniziativa – afferma il Prof. Palazzo – nasce essenzialmente dall’antica tradizione che Agrigento ha riguardo i rapporti tra politica e diritto. Già dai tempi del Consiglio Nazionale del Lavoro, dell’Agricoltura e dell’Industria uomini come Nicolò Cinquemani Arcuri e Giuseppe Messina lavoravano per far rinascere in Sicilia quelle classi sociali sofferenti e umiliate, come gli agricoltori e gli operai delle zolfare. Questo convegno parte sostanzialmente da strumenti che servono a tutelare i soggetti deboli e spesso vittime dei grandi gruppi industriali o degli enti economici, cosa che ancora oggi non avviene in maniera completa, perchè il 140 bis inserito nel codice di consumo non ci soddisfa. Proprio per questo motivo, oggi siamo qui per fare il punto della situazione”

“E ‘ un convegno molto interessante – dichiara il Prof. Mauro Bove – e ritengo che il nome sia azzeccato: “Class Action: una prima lettura” perchè, in effetti, noi non abbiamo ancora la sperimentazione, l’aspetto pratico ecco. Qui veniamo da una vicenda normativa molto complicata, dal momento che era stata fatta una prima versione della norma che però non ha mai avuto effettività e per questo è stata cambiata, adesso finalmente tale norma che andiamo a commentare è in vigore da pochi mesi, anche se non ha ancora una prassi. Dovremo sperimentarla, mi sembra giusto che oggi si faccia una prima lettura e se ne analizzino gli aspetti principali”