Sciacca, rafforzamento organico polizia municipale. Pubblicato atto di interpello rivolto a personale comunale

“E’ stato già pubblicato l’atto di interpello rivolto al personale dipendente del Comune di Sciacca per il potenziamento del Corpo della Polizia Municipale, così come deciso nel corso dell’incontro con i rappresentanti sindacali, il comandante Francesco Calìa e il dirigente degli Affari Generali Michele Todaro”.

È quanto rende noto l’assessore al Personale Alberto Sabella. “Quello della mobilità interna  riservata solo al personale comunale, così come previsto dalle ultime normative, – dice l’assessore Sabella – è una delle soluzioni a breve termine a cui l’Amministrazione comunale ha pensato di dare seguito assieme allo strumento della mobilità esterna, per rispondere alle esigenze del Corpo e rafforzarne l’organico. Con l’interpello tra il personale comunale, ci auguriamo di coprire fino a 10 posti di agente. Con la mobilità esterna, invece, copriremo altri cinque posti entro poco più di un mese con dipendenti provenienti da altre amministrazioni comunali”.
L’atto di interpello è stato pubblicato dal dirigente del primo Settore Affari Generali Michele Todaro. Può essere visionato dal personale del Comune anche nel sito internet www.comunedisciacca.it
“E’ intendimento dell’Amministrazione comunale – scrive il dirigente Michele Todaro nell’atto d’interpello – potenziare il Corpo dei Vigili Urbani relativamente al personale che svolge le mansioni di Ausiliare del Traffico e Vigile Urbano. Si invitano pertanto tutti i dipendenti comunali a tempo indeterminato o determinato (contrattualizzato) che intendono transitare nel corpo della Polizia Municipale, in possesso dei requisiti di idoneità fisica allo svolgimento delle mansioni suddette, di fare pervenire all’Ufficio di Segreteria del Primo Settore Affari generali una richiesta di disponibilità entro e non oltre 10 giorni dalla data odierna (n.d.r. 10 giugno 2010). L’Amministrazione si riserva la facoltà di assumere ogni determinazione in merito alle domande pervenute, previa valutazione delle stesse e tenuto conto dell’organizzazione dei servizi ed uffici dell’Ente”.