Licata, l’assessore Castiglione si e’ dimesso dalla carica

Nella mattinata odierna, l’assessore comunale ai Servizi Sociali, Sanità e Solidarietà, Angelo Castiglione, ha rassegnato le proprie dimissioni.

Nella lettera, testualmente così si legge:

“Nel ringraziare doverosamente il Sig Sindaco  per la stima  che mi ha manifestato circa tre mesi addietro con la  nomina alla carica di Assessore ,  il sottoscritto Castiglione Angelo,  comunica alle S.V.  le proprie dimissioni  irrevocabili ed immediate da tale carica .

Ritengo di aver avuto un opportunità  che era  quanto di più lontano immaginassi  la vita  mi potesse offrire. Da semplice, normale  cittadino chiamato in causa, mi è sembrato    doveroso  mettermi  a disposizione della mia comunità sperando di dare un  contributo per la risoluzione anche di uno solo degli innumerevoli problemi da cui Licata è soffocata.

Mi sono accostato al mondo politico-amministrativo ( che mai prima di questa esperienza ho frequentato e mi sarei sognato di frequentare), come tecnico, oserei dire da perfetto dilettante, convinto che per fare bene non necessitassero  doti eccezionali, di cui  ahimé la natura non mi ha dotato. – scrive ancora testualmente l’assessore dimissionario – Mi sono illuso che l’impegno. lo spirito di sacrificio  e la trasparenza di comportamento  avrebbero ripagato. Ben presto la realtà mi ha riportato con i piedi per terra e  mi è divenuto sempre più chiaro un concetto: che ottenere risultati in questo ambiente  esula dalle capacità di un comune mortale anche se animato da buona volontà .

E quindi , mentre da una parte  ho  dovuto prendere   atto che la macchina amministrativa  ha   una complessità e tortuosità di funzionamento che rende  frustrante qualsiasi tentativo di risoluzione di  problemi anche banali,  o problemi  che peggio ancora non  sarebbero esistiti affatto fuori dalla amministrazione comunale , dall’altro, in questi ultimi giorni, mi trovo a dovere controbattere vere e proprie farneticazioni  circa la mia appartenenza a fazioni politiche da parte di persone  che    avendo svolto  politica attiva da oltre un trentennio a Licata ,  hanno  contribuito  di fatto a condurre  la città in questo stato pietoso.

Chi mi conosce , sa che il sottoscritto sta alla politica, come i politici locali  stanno all’efficienza ed all’amore per la propria comunità. Esplicito: in entrambi i casi non esiste  il benché minimo legame.

Pertanto, mi dimetto.

In conclusione, – sono le frasi conclusive – da una esperienza come questa cosa mi resta?

Fatto salvo quanto sopra, sicuramente  di avere avuto l’opportunità di conoscere e frequentare un sacco di gente veramente valida  sotto il profilo umano e professionale. A tutti loro va il mio saluto”.