Consiglio Provinciale, il resoconto della seduta dell’8 giugno

Il Consiglio Provinciale, presieduto da Raimondo Buscemi, ha approvato nella seduta di ieri, due importanti ordini del giorno ed una mozione relativa alla statalizzazione dell’istituto musicale “Toscanini” di Ribera. Ai lavori del Consiglio ha partecipato il Presidente della Provincia, Eugenio D’Orsi che ha anche risposto all’interrogazione presentata dal consigliere Stefano Girasole.

Il primo ordine del giorno a firma dei consiglieri Nino Spoto e Carmelo Avarello ha riguardato la situazione dei precari impiegati presso gli Enti pubblici e che rischiano il non rinnovo del contratto. L’Ordine del giorno di Spoto e Avarello, impegna il Consiglio Provinciale a sostenere la lotta dei precari ed in particolare di farsi carico di un consiglio straordinario allargato alle nove province siciliane da celebrare a Roma. Su questa scia è intervenuto il consigliere Angelo Bennici che ha sostenuto l’urgenza e la necessità di operare affinché la situazione possa rientrare nella normalità e dare serenità alle tante famiglie che vivono giorni di apprensione. Il documento è stato approvato all’unanimità dal Consiglio.

L’altro ordine del giorno riguarda le trivellazioni petrolifere nel mare antistante la costa agrigentina. Ad illustrare il documento, anch’esso votato all’unanimità dal Consiglio, è stato Ezio Di Prima. Il documento impegna la Provincia a sostenere le iniziative di lotta già avviate dai consigli comunali di Menfi, Sciacca e Castelvetrano che hanno detto all’unisono un secco no alle trivellazioni petrolifere. I Consiglieri provinciali Carmelo Avarello, Roberto Gallo, Mario Lazzano hanno sostenuto che questo fatto evidenzia come la nostra provincia rischia di diventare la pattumiera d’Italia e che quindi bisogna portare avanti una battaglia per la tutela del nostro patrimonio ambientale e soprattutto della nostra costa.

La mozione presentata da Mario Lazzano riguarda la trasformazione dell’istituto musicale “Toscanini” in scuola statale. Oggi  la struttura è a totale carico dell’Ente Provincia. Anche questa mozione ha trovato l’unanimità di voti dell’intero Consiglio provinciale. I lavori del Consiglio Provinciale erano stati aperti dall’intervento del consigliere provinciale Orazio Guarraci che ha informato l’aula di aver avviato una azione ispettiva nella sua qualità di Consigliere provinciale. Il Consigliere Carmelo D’Angelo ha proposto il ritiro del punto 10 dell’Odg, “Modifica del regolamento per l’istituzione e l’utilizzo del fondo della Presidenza del Consiglio Provinciale” per essere inviato alla competente Commissione consiliare.

I lavori sono stati aggiornati al pomeriggio di oggi 9 giugno per continuare la trattazione dell’ordine del giorno