D’Orsi revoca la nomina di Ciulla: “Non è una bocciatura”

Il Presidente della Provincia Eugenio D’Orsi ringrazia pubblicamente Giuseppe Ciulla, già Assessore alla Protezione Civile, Ludoteca, Pari Opportunità e Sit per il suo efficace e produttivo contributo dato in questi due anni alle attività politico-amministrative della Provincia.

“In questi lunghi mesi ho potuto apprezzare le sue doti umani, politiche e professionali, prima come Assessore alla Famiglia e alla Formazione e poi come Assessore alla protezione Civile e alle Pari Opportunità.

Giuseppe Ciulla ha dato un valido contributo professionale, all’interno della Giunta, derivante dalla sua esperienza di revisore dei Conti.

Come Assessore si è distinto, prima per i suoi interventi sulla Formazione professionale, con richieste di maggiore sicurezza nei luoghi di lavoro e in materia di politiche giovanili. Successivamente il suo impegno è stato indirizzato al funzionamento della ludoteca provinciale, alle pari opportunità e alla Protezione Civile, partecipando attivamente alle campagne di prevenzioni incendi, curando i rapporti con il  volontariato del servizio civile, nel censimento dei ponti sulla viabilità provinciale, avviando le verifiche sismiche nelle scuole di competenza della Provincia.

Dal punto di vista politico Giuseppe Ciulla si è sempre distinto per la condivisone delle iniziative dell’Ente, prima di tutto sulla vicenda dell’aeroporto. Dal punto di vista umano, non posso non sottolineare la signorilità e l’atteggiamento elegante, mai sopra le righe, con il quale ha intrattenuto i rapporti con la Giunta ed il personale della Provincia.

Non si tratta, quindi, di una bocciatura per la sua azione di governo all’interno della Giunta Provinciale. La sua revoca, purtroppo, obbedisce ad esigenze di razionalizzazione dell’azione politica amministrativa dell’Ente che richiedono una diminuzione delle spese della politica.

Auguro a Giuseppe Ciulla, arricchito da questi due anni di attività alla Provincia,  nuovi e migliori traguardi politici e professionali”.