Revisione bollette idriche, soddisfazione di Hamel

Il Consigliere Comunale Nello Hamel  esprime soddisfazione per i primi risultati ottenuti nella battaglia  per la revisione delle bollette  idriche  emesse da Girgenti Acque per il periodo 2008/2009.

In particolare evidenzia che, dal primo esame dei tabulati forniti  al Comune di Agrigento,  sarebbero emersi, per  circa 500 utenze,   evidenti errori   di imputazione dei periodi   su cui effettuare le presunzioni di consumo.

Tuttavia, per Hamel, questo è  soltanto uno degli elementi  che hanno provocato le cosi dette bollette pazze, infatti resta ancora  irrisolto il problema della individuazione del consumo medio da applicare  alla bollettazione di Girgenti Acque e   che, in atto, è l’unico criterio utilizzabile per  garantire  i diritti degli utenti agrigentini e gli  interessi del Comune di Agrigento.

Per questo motivo  Hamel invita i cittadini   a mantenere  alta l’attenzione   ed attendere che tutta la vicenda sia chiarita  per assumere la  decisione sul pagamento dei consumi 2008/2009.

Il Consigliere Hamel    rinnova la sollecitazione al Sindaco di Agrigento di riunire tutte le parti interessate  per  trovare un  sistema di calcolo dei consumi  equo e giusto, per non regalare  enormi  quantitativi di  acqua fatturata a Girgenti Acque, per non  far pagare ai cittadini  i consumi di decine di anni con le tariffe  maggiori e  con le penalizzazioni della terza fascia.

L’omissione della lettura dei contatori nel marzo del 2008  da parte del Comune di Agrigento –confermata dalla recente intervista dello scorso  4 giugno  del Direttore Generale di Girgenti Acque  ing. Carlino-  fa presumere  gravi responsabilità e, pertanto,  sarebbe  assolutamente ingiusto, illecito  ed inammissibile che  questa omissione venisse pagata  solo e soltanto dai  cittadini  che  hanno ottemperato, già negli anni 90’,  alla installazione dei contatori.