Asi Agrigento, incontro con l’assessore regionale alle Attività Produttive Marco Venturi

Questo pomeriggio alle 16, nei locali del consorzio Asi di Agrigento, l’assessore regionale alle Attività Produttive Marco Venturi ha tenuto un incontro nel quale ha presentato la bozza del ddl di riforma dei consorzi Asi. L’assessore si è anche soffermato su alcuni temi, come il rilancio delle aree produttive dell’isola e il monitoraggio delle aree consortili siciliane. Presenti anche il commissario straordinario dell’Asi Agrigento Antonina Monte, i presidenti e i commissari straordinari degli altri consorzi Asi della Sicilia e tutto il personale dell’ Asi agrigentina.

Assessore Venturi in cosa consiste la riforma delle Asi?

“La riforma delle Asi consiste nella creazione di un Istituto regionale, composto da un Cda di 9 membri, che comprende Confindustria, la camera di Commercio, gli artigiani, gli agricoltori, le cooperative, i sindacati, i rappresentanti dei comuni e la Regione. Questo organismo avrà la peculiarità di andare a tracciare le linee dei territori provinciali, soprattutto della Regione. A livello locale queste unità, 11 in tutto in Sicilia, avranno il compito  di agevolare gli operatori che vorranno investire nel territorio e sostenere chi già vi lavora”

Perchè l’Asi di Agrigento è stata commissariata?

“L’Asi di Agrigento è stata commissariata perchè erano in scadenza gli organi, e poi perchè da qualche mese c’era già una precedente richiesta di commissariamento. Abbiamo fatto ciò che era necessario”

Come saprà, l’avvocato Catuara ritiene illegittimo tale provvedimento e promette battaglia

“Se Catuara ritiene illegittimo il commissariamento è libero di fare ciò che vuole, gli atti sono al vaglio della magistratura, abbiamo solamente applicato le norme regionali vigenti”

Soddisfatta del nuovo incarico il commissario straordinario dell’Asi Agrigento Antonina Monte, che afferma: “mi sto preparando a questo nuovo impegno e sto cercando di affrontare le problematiche con modestia e competenza. Sicuramente cercheremo di operare nella legalità e nel rispetto delle procedure. Sono disponibile al confronto con gli imprenditori agrigentini”