Aiuti economici a famiglie non abbienti, pubblicato il bando

Sono stati affissi negli appositi spazi cittadini destinati alle pubbliche affissioni i manifesti relativi agli interventi economici per l’abbattimento dei costi dei servizi per le famiglie con almeno quattro figli a carico e a favore di anziani che hanno compiuto settantacinque anni in condizioni di non autosufficienza.
A tal fine va ricordato che le relative istanze vanno presentate entro il prossimo 7 giugno presso gli uffici comunali della solidarietà sociale di via Pancamo a Fontanelle dove, tra l’altro, è possibile avere dettagliate informazioni sui citati benefici, oltre al modello di domanda che eventualmente può essere scaricato dal sito ufficiale del comune www.comune.agrigento.it al collegamento “bandi”.
In particolare per le famiglie numerose (che devono avere un indicatore ISEE non superiore a 5.000 euro) il contributo riguarda l’abbattimento dei seguenti costi: sistema del trasporto scolastico, asili nido e scuola dell’infanzia, prestazioni scolastiche quali mense, tasse, libri o altro materiale, servizi e attività formative extrascolastiche quali campi scuola e vacanze-studio, iscrizione ad associazioni di promozione sociale, educativo-culturali e/o sportive.
E’ previsto, dopo l’ammissione al contributo, un anticipo del 70% della somma assegnata ed il saldo del 30% a presentazione della rendicontazione delle spese sostenute.
Gli anziani non autosufficienti (dichiarati disabili gravi o invalidi al 100%) ammessi al beneficio finalizzato a favorire la loro permanenza o il ritorno in famiglia (che devono avere un indicatore familiare ISEE non superiore a 7.000 euro) riceveranno un buono di servizio presso organismi no profit iscritti all’albo regionale delle istituzioni socio-assistenziali nelle sezioni anziani e/o inabili per la tipologia di servizio assistenza domiciliare per l’acquisto di prestazioni professionali (quali assistenza, igiene personale, del vestiario e dell’ambiente domestico, preparazione e somministrazione pasti, preparazione e supervisione terapie orali su indicazione sanitaria, accompagnamento fuori della propria abitazione ai fini della risocializzazione e della riattivazione motoria, disbrigo pratiche).

“Il personale dei servizi sociali del Comune è a disposizione degli utenti per ogni eventuale chiarimento – dichiara a tal proposito l’assessore Putrone. Gli uffici inoltre vigileranno sull’attuazione del piano d’intervento, voluto dall’Assessorato regionale e prontamente attivato dall’Amministrazione comunale, in modo da erogare i benefici economici, a chi ne ha diritto, nel più breve tempo possibile”.