Concerto per voce e pianoforte a S.Spirito

Prosegue la Stagione Concertistica di Musica Classica organizzata dall’Associazione Musicale Chopin di Agrigento diretta dalla pianista agrigentina Mariarita Pellitteri presso il Complesso Chiaramontano S.Spirito di Agrigento nella splendida “Sala della Musica” (così potrebbe essere battezzata) che in passato ha ospitato i quadri della collezione Sinatra e dove attualmente sono esposti gli strumenti musicali storici appartenuti fino agli anni 60’ alla prima Banda Musicale di Agrigento. Il prossimo concerto, che avrà luogo giovedì 3 giugno alle ore 18.00, ospiterà il Duo Nadia Rosolia, soprano, e Giuseppe Lo Cicero, pianoforte.

Il Duo, formatosi nel 2000, si esibisce in Italia e all’estero riscuotendo ovunque unanimi consensi di critica anche su note testate giornalistiche come il Mattino di Padova, Il Gazzettino e La Repubblica. Nel corso del concerto saranno eseguiti i seguenti brani: Voi lo sapete o mamma di Pietro Mascagni (dalla Cavalleria rusticana), Segedille e Habanera di George Bizet (dalla Carmen), Ritorna vincitor di Giuseppe Verdi (dall’Aida), O mio babbino caro (dal Gianni Schicchi), Vissi d’arte (dalla Tosca) e Quando men vo (dalla Bohème) di Giacomo Puccini e Je veux vivre di Charles Gounod (da Giulietta e Romeo).

Nel corso dell’intermezzo il Prof. Nino Agnello illustrerà il ricco percorso storico-sociale in cui visse il celebre pianista polacco Fryderyk Chopin. La manifestazione sarà presentata da Lillina Chiarenza.

Si sottolinea che per l’inconfondibile interpretazione timbrica, che spesso rievoca quella immortale di celebri soprani che hanno fatto grande la lirica ed il bel canto, Nadia Rosolia ha ricevuto sempre lusinghieri apprezzamenti di pubblico e di stampa. La soprano ha anche inciso un CD con l’Orchestra Filarmonica di Oradèa e un CD di Arie liriche accompagnata al pianoforte dal M° Giuseppe Lo Cicero.

La Stagione Concertistica è patrocinata dal Comune di Agrigento e dal locale Comitato Provinciale dell’A.I.C.S.

L’ingresso al concerto é gratuito fino ad esaurimento dei posti a sedere.