Amministrative, alle 22 in Sicilia ha votato il 51,06%

Alla chiusura delle urne, alle ore 22, nei 41 comuni siciliani chiamati al voto l’affluenza e’ stata del 51,06%. Alla stessa ora, negli stessi comuni, alle precedenti elezioni amministrative, aveva votato, invece, il 57,24%, con un calo, quindi del 6,18%. Il totale degli aventi diritto al voto nei 41 comuni e’ di 414.812 elettori.

Al primo rilevamento di oggi, alle 12, aveva votato il 10,52%, mentre alle 19, il 35,29%.

I dati sull’affluenza alle urne confluiscono dai comuni direttamente al “servizio elettorale regionale” dell’assessorato delle Autonomie Locali e della Funzione pubblica.

RILEVAMENTO ORE 22. Elettori: 414.812; votanti: 211.792; percentuale: 51,06%. Comune con la percentuale di affluenza piu’ alta: Maniace (Ct), 78,38%; Comune con la percentuale di affluenza piu’ bassa: Valguarnera Caropepe (En), 34,70%. Provincia con la percentuale di affluenza piu’ alta: Ragusa, 60,15%; Provincia con la percentuale di affluenza piu’ bassa: Enna, 43,77%. Comune con il maggiore incremento percentuale rispetto alle precedenti amministrative: Limina (Me), +8,86%. Comune con il maggiore decremento rispetto alle precedenti amministrative: Naso (Me), -10,18%.

Nell’unico capoluogo di provincia, Enna, ha votato il 52,15%, con -8,14% rispetto alle precedenti amministrative.

Nel comune con il maggior numero di elettori, Gela, ha votato il 51,69%, con -6,33% rispetto alla precedente consultazione.

Le urne riapriranno domani alle ore 7 e si potra’ votare fino alle 15. Domani l’unico rilevamento dell’affluenza al voto e’ fissato alla chiusura delle urne alle ore 15. Lo spoglio delle schede iniziera’ subito dopo.

Sull’home page della Regione Siciliana (www.regione.sicilia.it), i dati in tempo reale sono consultabili cliccando sul banner “elezioni amministrative 2010”, curato dal “Servizio elettorale regionale”, in collaborazione con l’assessorato all’Economia e la societa’ “Sicilia eServizi”.

Questi i dati di affluenza alle urne, alle ore 22, nei 41 comuni siciliani.

Provincia di Agrigento (5): Cammarata (62,04%, alle precedenti comunali 72,00%), Palma di Montechiaro (44,28%, 50,04%), Realmonte (50,28%, 53,15%), Ribera (43,70% e 53,60%) e Siculiana (47,32% e 49,16%).

Provincia di Caltanissetta (4): Gela (51,69% e 58,02%), Mussomeli (51,96% e 57,01%), Serradifalco (37,08% e 41,46%) e Villalba (54,68% e 51,31%).

Provincia di Catania (5): Bronte (51,65% e 57,42%), Maniace (78,38% e 79,12%), Milo (60,77% e 68,25%), Pedara (57,35% e 62,36%) e San Giovanni La Punta (52,91% e 61,01%).

Provincia di Enna (4): Agira (40,41% e 41,57%), Enna (52,15% e 60,29%), Pietraperzia (34,73% e 36,30%) e Valguarnera Caropepe (34,70% e 34,82%).

Provincia di Messina (8): Basico’ (40,21% e 41,03%), Giardini Naxos (51,75% e 52,46%), Graniti (58,05% e 56,82%), Limina (50,80% e 41,94%), Malvagna (45,86% e 51,16%), Milazzo (61,30% e 66,68%), Naso (41,30% e 51,48%) e Raccuja (58,87% e 60,73%).

Provincia di Palermo (12): Aliminusa (72,71% e 75,52%), Caltavuturo (65,17%, in precedenza si voto’ sabato e domenica e quindi il dato non e’ comparabile), Carini (44,32% e 47,67%), Collesano (56,55% e 60,47%), Godrano (72,26% e 77,86%), Lascari (63,54% e 63,21%), Misilmeri (57,92% e 64,06%), Pollina (53,25% e 63,35%), San Mauro Castelverde (53,70% e 57,02%), Santa Cristina Gela (53,90% e 58,62%), Scillato (66,21% e 68,18%) e Trabia (56,24% e 61,70%).

Provincia di Ragusa (1): Ispica (60,15% e 64,74%).

Provincia di Trapani (2): Gibellina (58,16% e 62,80%) e Pantelleria (52,25% e 55,54%).