Zambuto chiede all’Anci la mobilitazione per i precari dei comuni

A seguito della manovra di tagli e riduzioni, approvata dal Governo, che mette a rischio il rinnovo dei contratti del personale precario in servizio presso i comuni, il sindaco Marco Zambuto ha inviato una lettera al presidente dell’ANCI Sicilia Roberto Visentin. Ecco il testo:

“Caro Presidente,

la situazione del precariato attualmente presente nei nostri comuni, alla luce delle non rosee prospettive cui va incontro, ritengo che richieda da parte dell’Associazione che rappresenta i comuni siciliani il massimo di attenzione e di mobilitazione.

Faccio pertanto appello alla tua sensibilità  per individuare le più opportune e concludenti iniziative (dalla convocazione urgente di un consiglio regionale straordinario all’indizione di un’assemblea generale dei sindaci, dal raduno pubblico di tutti gli amministratori siciliani ad un urgente audizione con il Presidente della Regione Siciliana) volte all’individuazione di un percorso che porti, insieme al Governo regionale che già positivamente si sta muovendo in tale direzione, a superare gli asfissianti vincoli di un patto di stabilità che paralizza l’attività degli enti locali che, in tantissimi casi, si reggono sul ruolo determinante dei lavoratori a tempo parziale e determinato.”