Torna a Raffadali la settimana dello studente

Dopo tredici anni torna a Raffadali l’iniziativa dedicata alle scuole.

E torna con una novità: non si chiamerà più la settimana dello scolaro, ma dello studente. Coinvolgerà così anche le classi delle medie e  delle medie superiori provenienti dalla città dei templi e da altri centri dell’agrigentino. Ragazzi e ragazze  si esibiranno, con interpretazioni teatrali e musicali, al Villaggio della Gioventù a partire da lunedì prossimo e fino al 5 giugno.

La settimana dello studente è stata voluta dall’Amministrazione comunale, guidata dal sindaco Silvio Cuffaro, e finanziata dall’Assessorato Regionale  della Famiglia, delle Politiche Sociali e del Lavoro. Gode del patrocinio dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Agrigento, dall’Università degli Studi di Palermo, del Consorzio Universitario di Agrigento, dell’Unicef, dell’Associazione Culturale “Raffadali e Bioetica”, e di “Sorella Natura”.

Gli eventi artistici saranno preceduti da un convegno, in programma domani pomeriggio con inizio alle 1ore 6,30 nella sala consiliare del Comune, sul tema  “Ambiente e sviluppo sostenibile in un’epoca di emigrazione e immigrazione. Quale il ruolo della scuola”.  Ad illustrare il nutrito programma è stato l’assessore comunale alla Cultura, Filippo Tarallo, il quale non ha nascosto la sua emozione per avere ripreso il progetto che mancava all’appello ormai da più di un decennio.

Presenti, tra gli altri, alla conferenza stampa il vice sindaco, Totò Librici, gli assessori comunali, Vinti e Tuttolomondo, e il presidente del Consiglio comunale, Gaspare La Porta. Autorevoli gli interventi programmati per il convegno di domani, come quelli del Magnifico Rettore dell’Unipa, Roberto Lagalla, del Direttore Tecnico Consulente del Gabinetto del Ministero del Miur Roberto Leoni e del Senatore Guido Viceconte, viceministro al Miur. Tra i relatori, il presidente del Cupa, Joseph Mifsud, il quale ha già in mente come valorizzare, nel contesto dell’attività accademica, il Villaggio della Gioventù di Raffadali. “Questa struttura – ha spiegato Mifsud –  deve rappresentare un importante punto di riferimento culturale. Può ospitare, ad esempio, già questa estate gli studenti che parteciperanno al “summer university” e poi la settimana dello studente dovrà assumere una connotazione internazionale”. E a proposito di Villaggio della Gioventù, c’è una importante novità riguardante il teatro mobile che a Raffadali ha provocato purtroppo qualche lutto. “Grazie all’impegno della giunta guidata dal presidente Eugenio  D’Orsi – ha precisato l’assessore provinciale, Luigi Argento, presente alla conferenza stampa, – è stata deliberata, a seguito di una perizia da parte dei nostri tecnici, la messa in disuso di questa struttura perché ritenuta obsoleta, non più utilizzabile. A breve sarà celebrata la gara per la rimozione del teatro mobile e quindi lo spazio verrà finalmente restituito, in tutta sicurezza, alla comunità raffadalese”.