Lombardo in visita a Palma

Si è svolta giorno 28 maggio una visita del Presidente della Sicilia Raffaele Lombardo a Palma di Montechiaro. Il Governatore, accompagnato dall’Assessore Regionale Roberto Di Mauro, è stato ricevuto dal Presidente della Provincia Regionale di Agrigento Eugenio D’Orsi.

Lombardo, di ritorno da Roma per l’elezione del Presidente della Conferenza delle Regioni, ha parlato della manovra finanziari che porta ad una  riduzione dei trasferimenti agli Enti locali e, in prima linea alle Regioni, di   13 dei 24 miliardi della manovra stessa.

Il Governatore ha  sottolineato  il tema gravissimo dei precari  dopo che il Commissario dello Stato ha impugnato un piccola norma che riguarda il Patto di Stabilità.

In Sicilia lavorano come precari circa 22 mila persone che manifesteranno, insieme ai Sindaci,

giorno 3 giugno. Ed ancora i  FAS che  servono per interventi infrastrutturali e che vedono posticipati  i termini di erogazione. Fondi che, come sostiene il Governatore, la Regione  avrebbe potuto anticipare se avesse avuto sottoscritto  un Decreto dal parte del Ministro  Tremonti.

Ed ancora temi scottanti che riguardano gli  operatori trimestrali della Dedalo ambiente e la crisi dei lavoratori del comparto agricolo.

“E’ importantissimo, dichiara Lombardo,  per un Presidente della Regione, conoscere e toccare con mano quanto è complicata è difficile la realtà siciliana e noi dobbiamo governarla  facendoci carico di tutti questi problemi; e ce ne siamo fatti carico dicendo sempre la verità”.

Nel corso dell’incontro un gruppo di agricoltori ha protestato per la crisi che affligge il settore agricolo; l’ intervento del Presidente D’ Orsi ha placato gli animi dando la possibilità al Governatore, che ha esternato tutta la sua solidaretà con gli agricoltori, di proseguire il suo intervento. Successivamente gli stessi sono stati ricevuti dal Governatore Lombardo, dall’Assessore Di Mauro e dal Presidente della Provincia D’Orsi.
Infine il Governatore Lombardo ha ringraziato il “carissimo, fraterno amico Eugenio” per la vicinanza dimostratagli. Un chiaro riferimento alla protesta che nei giorni scorso il Presidente D’Orsi ha portato avanti contro gli attacchi mediatici rivolti al Governatore della Sicilia.

Luigi Mula

[nggallery id=178]