L’Arancia di Ribera ottiene il riconoscimento europeo della DOP

Finalmente raggiunto l’importante traguardo del riconoscimento europeo dell’arancia di Ribera DOP.

E’ stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea del 26 maggio 2010 il riconoscimento ai sensi del regolamento (CE) n.510/2006 relativo alla protezione della denominazione origine protetta dell’Arancia di Ribera.

Il riconoscimento consente all’Arancia di Ribera di far parte a pieno titolo dei  prodotti di qualità  tutelati  a  livello nazionale e comunitario e di  poter beneficiare delle politiche per la promozione e la comunicazione dei marchi di qualità.

Quindi più risorse ed opportunità per il nostro prodotto che attraverso il Consorzio di Tutela, organismo riconosciuto dalla Comunità Europea, gestirà le politiche per la tutela e la promozione della DOP con l’obiettivo di imporla sul difficile mercato agroalimentare.

Grande soddisfazione è stata espressa per l’ambito traguardo da parte del Consorzio di tutela e di tutti gli operatori della filiera dell’arancia di Ribera, convinti del salto di qualità che il riconoscimento apporterà al territorio, uno strumento in grado di proteggere la nostra arancia ed aumentarne la competitività .

La DOP Arancia di Ribera si va ad aggiungere al marchio di qualità collettivo Riberella con il quale siamo riusciti ad imporre sul mercato, grazie alla capacità professionale delle nostre aziende,  un prodotto certificato e garantito, presente nella grande distribuzione italiana. L’esperienza, la professionalità e la capacità organizzativa delle aziende  agrumicole del territorio rappresentano una forza ed un patrimonio da non disperdere:

– 6000 ettari di agrumeti, per il 90% coltivati a Brasiliano e Washington navel;

– 150.000.000 di kg di arance ed una PLV di 40 milioni di euro;

– 4000 aziende agrumicole.

La DOP Arancia di Ribera è riservata alle varietà Brasiliano,  Washington navel e Navelina ed alle variètà derivate.

La zona  di produzione dell’ “Arancia di Ribera DOP” comprende le aree della Provincia di Agrigento ricadenti nei Comuni di: Bivona, Burgio, Calamonaci, Caltabellotta, Cattolica Eraclea, Cianciana, Lucca Sicula, Menfi, Montallegro, Ribera, Sciacca, Siculiana e Villafranca  Sicula e della Provincia di Palermo nel comune di Chiusa Sclafani.

Il Consorzio di Tutela dell’Arancia Ribera di Sicilia, le Organizzazioni dei Produttori ed i produttori, con il sostegno delle istituzioni locali, regionali e nazionali che hanno collaborato a questo progetto e che ringraziamo per l’importante supporto, hanno intrapreso il cammino verso la valorizzazione di questo prodotto di qualità, auspicando un consolidamento dell’immagine di qualità del prodotto, un ulteriore aumento della quota di mercato destinata alle regioni del centro nord ed all’estero, una migliore visibilità del prodotto nel mercato regionale, ma principalmente una maggiore redditività delle produzioni.