Collocate le nuove tabelle toponomastiche della via intitolata al magistrato Luca Crescente

Operai del Comune hanno provveduto a collocare i nuovi cartelli toponomastici della via intitolata al magistrato Luca Crescente, in sostituzione di quelli in precedenza ritrovati spezzati.

Anche in questo modo si vuole sottolineare l’impegno dell’Amministrazione comunale nei confronti di chi pensa di sostituire, con atti di arroganza, i valori di legalità e giustizia e, al tempo stesso, rendere onore a questo uomo che ha dedicato la sua vita alla lotta al servizio della legalità celebrando tra l’altro il primo grande processo alla mafia agrigentina.

Morto prematuramente il 23 agosto del 2003, nella sua breve carriera di magistrato, Luca Crescente ebbe modo di occuparsi di svariati fenomeni criminali e per ricordare il suo impegno il sindaco Marco Zambuto, oltre a rammaricarsi per quanto successo, ha manifestato l’intenzione di invitare nella nostra Città la signora Monica, vedova del magistrato, in occasione dell’avvio del nuovo anno scolastico con un incontro-testimonianza con gli studenti da tenersi nella sala del “Parlamento” della legalità” del palazzo di Città inaugurata nei mesi scorsi.