A Favara un Convegno su “Antonio Russello e la questione sociale”

In occasione del nono anniversario della morte di Antonio Russello mercoledì 26 maggio, alle ore 17.00, presso il Castello Chiaramontano di Favara avrà luogo un Convegno sul tema “Antonio Russello e la questione sociale”. L’evento è organizzato dall’AICS di Agrigento in collaborazione con il Comune di Favara. I lavori saranno aperti con i saluti del Presidente del Centro Studi Russello, Rosario Manganella, dell’Assessore alla Cultura, Lillo Montaperto, e del Presidente del Consiglio, Luca Gargano. La Relazione introduttiva verrà curata dal Prof. Gaspare Agnello, le letture saranno affidate a Giuseppe Valenti e nel corso della manifestazione saranno altresì presentate le relazioni degli studenti del Liceo Psico Pedagogico “Martin Luter King” e dell’Istituto Alberghiero “Ambrosini” di Favara. Trarrà le conclusioni il Sindaco di Favara, Domenico Russello.

Il Convegno intende ricordare il lavoro dello scrittore favarese Antonio Russello, scomparso all’età di ottant’anni nel maggio 2001 in Veneto dove risiedeva. L’autore rappresenta infatti uno straordinario esempio di cultura assai rimpianto, profondamente legato alla propria terra e alle relative problematiche sociali che ha trattato con passione ed impegno,. un uomo che non amava il pessimismo e che credeva in una Sicilia nuova in grado di conquistare l’Italia “Perché – come diceva lui stesso – dalla Sicilia chi c’è abbarbicato così, non è vero che ci esce! “. Si ricorda che Russello, il quale è stato anche accostato a nomi insigni tra i quali De Roberto, Pirandello e Tomasi di Lampedusa, vanta sei romanzi pubblicati, una finale al Premio Campiello, cinque testi teatrali rappresentati, collaborazioni alla terza pagina di quotidiani e diverse riviste letterarie nonché decine di manoscritti rifiutati dagli editori e rimasti nel cassetto, alcuni dei quali di cocente attualità.