Cimino: Falcone, parte da lui cultura legalita’ e lotta alla mafia

“Giovanni Falcone e tutti quelli che insieme a lui sono stati assassinati hanno consentito alla nostra democrazia, con il loro impegno fino a perdere la loro vita, di iniziare una lotta concreta contro la mafia e i mafiosi. Dopo vent’anni anni istituzioni e societa’ civile si interroga ancora sul significato di quella terribile stagione di terrorismo criminale che ha rischiato di travolgere anche le istituzioni”. Lo ha detto Michele Cimino, vicepresidente della Regione siciliana, con delega all’Economia, in occasione del 18esimo anniversario della strage di Capaci, in cui persero la vita il giudice Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e gli agenti della scorta.

“Penso che l’unica vera e grande commemorazione sara’ il giorno in cui sara’ fatta piena luce sui mandanti e sulla vera portata di lungo periodo di buio della storia della Repubblica”.