Polo museale cittadino, sottoscritto l’accordo d’intesa tra Comune e Soprintendenza

Il sindaco di Agrigento Marco Zambuto e la soprindentende dei beni culturali e ambientali della provincia di Agrigento Gabriella Costantino hanno sottoscritto questa mattina, nel corso della conferenza stampa che si è tenuta alle 11 nel foyer “Pippo Montalbano” del teatro Pirandello, un accordo d’intesa per la realizzazione del “SISTEMA MUSEALE CITTA’ DI AGRIGENTO”, un progetto ambizioso che prevede il miglioramento e completamento delle strutture museali storiche e dei siti artistici e culturali già esistenti nel territorio agrigentino, l’individuazione di altri contenitori museali atti a comunicare l’identità culturale della città e la creazione di una rete comprendente tutti i musei agrigentini. All’evento erano presenti anche l’architetto Tanino Bonifacio, estensore del progetto generale del polo museale, il vicesindaco Massimo Muglia , il presidente del consiglio comunale di Agrigento Carmelo Callari e il Dr. Settimio Biondi, collaboratore del sindaco in merito alle espressioni culturali della città di Agrigento.

Sono previste diverse iniziative nell’ambito della prima fase di tale progetto, tra le quali spiccano:

  • l’esposizione scientifica permanente delle collezioni del XIX e del XX sec. e delle collezioni Iconografiche del Politi e del Santella, presso l’ex Collegio dei Filippini.

  • l’apertura del Museo delle Arti Medievali del territorio e dei materiali lapidei presso il Complesso Monumentale di S. Spirito.

  • la realizzazione del Museo Civico in Piazza Municipio.

  • l’apertura del Museo Bianchini presso il Palazzo Tomasi, in piano Sanzo.

Successivamente si provvederà alla messa in rete nel Sistema Museale dei musei già esistenti e di monumenti e siti archeologici-ambientali di altissimo valore, come l’asse storico di Via Duomo e Via Atenea, il Collegio dei Filippini, Palazzo Tomasi, Piazza Pirandello e il complesso di S. Spirito. Alcuni di questi saranno poi oggetto di interventi programmati con gli altri Enti come la Curia Arcivescovile, l’Ente Parco Archeologico e Paesaggistico della Valle dei Templi e la Camera di Commercio.

Al termine dell’incontro, il sindaco Zambuto e la soprintendente Costantino hanno proceduto alla firma del protocollo d’intesa, con il quale si stabilisce l’impegno congiunto del Comune e della Soprindentenza nel tutelare e valorizzare i beni culturali e storici del comune di Agrigento.