Messina (IdV): Maggiori controlli sugli affari nel settore energia

“Chiediamo al governo maggiori controlli su progetti e società che operano nel settore energia”. Lo afferma il capogruppo dell’Italia dei Valori in Commissione Finanze alla Camera dei Deputati, Ignazio Messina, che ha presentato ieri un’interrogazione su un permesso di ricerca idrocarburi chiesto dalla società San Leon Energy srl di Monteroni di Lecce, che autorizzerebbe trivellazioni a solo 2 km dalle coste di Sciacca, Menfi e Castelvetrano in uno dei bei mari, bandiera blu, della Sicilia.

Il deputato, che è anche commissario IdV per la provincia di Agrigento, prosegue: “Con la tragedia ambientale del Golfo del Messico ancora in atto, monito degli elevati rischi connessi agli impianti di estrazione di idrocarburi off-shore, ben tre ministri autorizzano una piccola società a responsabilità limitata, con un capitale sociale di appena 10.000 euro, a compiere trivellazioni, peraltro in zona altamente sismica e vicino ad un vulcano marino attivo, mettendo a repentaglio le coste e l’economia di un intero territorio che vive prevalentemente di pesca e turismo.”

“In momento in cui le indagini della magistratura stanno portando alla luce collusioni ed intrecci di interesse tra mafia e società che operano nel settore energetico, Italia dei Valori chiede maggiore trasparenza su un settore a forte attrazione di capitali. L’ambiente è un patrimonio su cui non possiamo permettere speculazioni e i pericoli di uno sfruttamento scellerato del territorio possono essere irreparabili. È assurdo – conclude Messina -che una società di appena 10.000 euro di capitale sociale possa essere autorizzata a portare avanti progetti ad alto rischio, vogliamo perciò capire cosa c’è dietro questa operazione e chi si cela dietro la San Leon Energy”.