Agrigento, si è insediato tavolo tecnico per studi su ipogei

Si è insediato stamattina, presso l’Ufficio del Genio Civile il tavolo tecnico interdipartimentale  che dovrà  affrontare le problematiche relative alla fitta rete degli ipogei, che caratterizza il sottosuolo di una buona parte del centro storico della città dei templi.  Del tavolo, che sarà coordinato dal Capo del Genio Civile Rino La Mendola,  fanno parte dirigenti e funzionari della Protezione Civile, del Dipartimento Regionale dell’Ambiente, della Soprintendenza, del Comune e della Provincia Regionale di Agrigento.

I lavori, spiega  La  Mendola,  si articoleranno in tre fasi: con la prima,  che abbiamo già avviato oggi, acquisiremo la documentazione esistente. Con la seconda fase, la più delicata e complicata,  procederemo, invece,  al rilievo plani-altimetrico del sottosuolo con tecniche speleologiche, redigendo una sorta di mappa degli ipogei, con la quale potrà essere facilmente leggibile la sovrapposizione tra le cavità del sottosuolo e gli edifici  sovrastanti. Infine, la terza fase sarà quella dell’individuazione degli interventi da eseguire con priorità e relativa  stima delle risorse necessarie.

Sono convinto che il tavolo  raggiungerà gli obiettivi, conclude il Capo del Genio Civile, a condizione che vi sia il pieno e costante coinvolgimento delle istituzioni competenti e soprattutto a condizione che siano stanziate adeguate risorse  per  lo studio e per gli interventi da realizzare.  Gli intervenuti hanno stilato un cronoprogramma, secondo il quale il tavolo completerà le tre fasi entro il 2011. Per la prima volta nella storia, potremo  disporre di una precisa mappa dei rischi, che tenga conto delle cavità del nostro sottosuolo.  Presso i SIT della Provincia   e del Comune sarà istituita la banca dati sul lavori eseguito.

Già dal prossimo martedì, tre squadre  avvieranno i lavori per l’individuazione di tutti gli imbocchi agli ipogei; tali squadre saranno composte da: Dott. Carmelo Collura, Geom. Carmelo Schembri ( Dip. Reg. Protezione Civile);  Dott. Giuseppe Lombardo (speleologo); arch. Calogero Gazzitano, Dott.ssa Domenica Gullì e Dott.ssa Maria Teresa Rizzo (Soprintendenza BB.CC.AA.); Dott. Marzio Tuttolomondo, Arch. Sergio Micciché, Ing. Ernesto Sferlazza (Provincia); Dott. Attilio Sciara (Comune AG); Dott. Vito Capobianco (Genio Civile); Geom. Madonia.

La squadra che si occuperà dei rilievi nel sottosuolo, sarà arricchita dalla presenza del  Geologo Antonio Brucculeri (del Dipartimento Reg. Ambiente); dell’Arch. Alfonso Miccichè (del Genio Civile); dell’Ing. Vincenzo Lipani (del Distretto Minerario di Caltanissetta).

Alla riunione hanno partecipato ed offerto il loro prezioso contributo il Dirigente della Protezione Civile – sede di Agrigento  Ing. Maurizio Costa,  il Dirigente della Provincia Ing. Bernardo Barone ed il vicario del Genio Civile ,  Ing. Alfonso Casalicchio.

FOTO GABRIELE BRUCCOLERI