Imprese: Cimino, “Sicilia protagonista di sviluppo Tunisia”

Intervenendo al “Tavolo Tunisia”, a villa Malfitano, a Palermo, il vicepresidente della Regione siciliana e assessore all’Economia, ha detto: “La Regione Siciliana e’ l’Autorita’ di gestione del programma operativo congiunto Italia-Tunisia in attuazione della politica europea di vicinato e del relativo strumento finanziario Enpi (European Neighbourhood and Partnership Instrument) che costituisce una straordinaria opportunita’ di sperimentazione di nuovi modelli operativi di internazionalizzazione.

Il Programma Enpi Italia-Tunisia, che ha una dotazione di oltre 25 milioni di euro, e’ uno strumento innovativo, in quanto richiede una forte capacita’ istituzionale di governance non soltanto per la gestione tecnico-amministrativa e finanziaria, ma anche per quello che attiene gli aspetti politico-istituzionali della cooperazione transfrontaliera con uno Stato non Ue”.

“Per la Sicilia – ha aggiunto Cimino – e’ una grande sfida perche’ l’esperimento di partenariato con la Tunisia rappresenta il cosiddetto nuovo “potere estero” assegnato alle Regioni dalla riforma del Titolo V della Costituzione, che implica una forte capacita’ di “fare sistema” a livello regionale e di partecipare in maniera attiva al “sistema Italia” nello scenario internazionale di sviluppo dell’area mediterranea. Il Tavolo regionale intende proprio costruire un raccordo operativo tra l’amministrazione e i diversi soggetti impegnati a vario titolo nelle attivita’ di cooperazione istituzionale e di internazionalizzazione delle imprese con la Tunisia”.