Laura Campisi in concerto alle Cuspidi di Raffadali

Le Cuspidi di Raffadali, bar noto per l’ottima gelateria e la “haute culture” della pasticceria, ha di recente rinnovato i propri locali con l’ambizione di divenire anche un punto di riferimento sociale, culturale e musicale. In un’area appositamente realizzata si sta infatti svolgendo la rassegna “Area Live” che vede protagonisti artisti di buon livello e ottima qualità. Dopo i concerti di Manola Micalizio e di Giorgia Meli il prossimo appuntamento sarà incentrato sulla voce di Laura Campisi la quale si esibirà questa sera, accompagnata alla chitarra da Gabriele Giambertone.

Laura Campisi, cantante jazz appassionata anche di musica popolare, ha conseguito la laurea in Discipline della musica con una tesi sperimentale sulla vita e la carriera della cantante siciliana Rosa Balistreri. Ha studiato canto jazz dal 1997 al 2004 con Loredana Spata e partecipato a diversi seminari estivi tra i quali Roma Jazz’s Cool (2006 e 2008) e Nuoro Jazz (2007) nonché a svariate master class (Norma Winstone, Sheila Jordan, Rachele Ferrell, Mark Murphy, Salvatore Bonafede, Giovanni Mazzarino…). Ha collaborato più volte con gli Amici della Musica di Palermo nella loro rassegna dedicata al jazz.

“Data la mia inguaribile vocazione per il “nomadismo”, una immutabile condizione di “per’in caminu” fisica e mentale – sostiene la cantante –  niente mi rende più felice dell’essere in viaggio, sulla strada, e nulla mi fa sentire più libera. Anche per questo da sempre cerco di portare la mia musica fuori dai confini della mia isola, in Italia come all’estero.”

Nel 2004 è stata infatti ospite del “Langnau Festival” in Svizzera e nel 2006 si è esibita in duo con il contrabbassista olandese Marko Bonanus. Dal 2006 ha cominciato anche a scrivere canzoni con una certa assiduità e nell’ambito dell’attività cantautoriale ha vinto nel 2007 il Primo Premio del Concorso della canzone popolare siciliana di Caltavuturo (PA) ed é stata finalista al Premio Mauro Carratta e al Premio Bianca D’Aponte nel 2008. Inoltre, ha vinto il Premio Lucca Jazz Donna 2009 e il Premio Siae al concorso per cantautori Augusto Daolio 2009, al quale ha partecipato col proprio gruppo Lalla into the garden.