Omicidio Salvo, indagati chiedono il rito abbreviato

 

Hanno chiesto di essere giudicati con il rito abbreviato gli indagati nell’ ambito del sequestro e l’omicidio di Luigi Salvo, il commerciante di Serradifalco ucciso a Favara il 18 giugno scorso. Si tratta dei favaresi Rosario Stuto, 21 anni, e Michele Bongiorno, 23 anni, difeso dall’avvocato Giuseppe Barba. I due sono accusati di sequestro di persona, omicidio e occultamento di cadavere. Un terzo indagato, Giuseppe Vetro, 28 anni, favarese anche lui, risponde solo di favoreggiamento personale nei confronti di Bongiorno. Il giudice per le udienze preliminari, Luca D’Addario, ha ammesso la costituzione come Parte civile dei familiari della vittima, ed ha rinviato la trattazione del procedimento all’11 giugno prossimo.