Licata, novità nel programma dei festeggiamenti in onore di S. Angelo

Grazie all’iniziativa di gruppi privati, ed all’intervento della Provincia Regionale di Agrigento, il programma relativo ai  festeggiamenti in onore di S. Angelo, Patrono della Città, nelle ultime ore ha registrato importanti novità.

Infatti, mentre l’Amministrazione Provinciale si è fatta carico di offrire il servizio relativo ai giochi pirotecnici che tradizionalmente chiudono la manifestazione, l’Associazione Musicale “Vincenzo Bellini – Cataldo Curri”, ha deciso di assicurare il servizio bandistico per la serata del 4 maggio, la processione di giorno 5 e la chiusura del sei maggio.

La sera del sei maggio, con inizio alle ore 20,30, invece, hanno deciso di offrire uno spettacolo in piazza Progresso, dove nel pomeriggio di oggi è stato allestito l’apposito palco, la Compagnia Canto Popolare “Mediterraneo”, il gruppo musicale rock “Godness di Gaetano Vinci, Domenico Bilotta che darà vita ad un balletto hip-pop e la scuola di danza classica  Tersicora di D’Orsi.

Sia la banda musicale che i gruppi e gli artisti sopra citati, si sono prestati gratuitamente, mentre per quanto concerne il pagamento della Siae per la banda musicale e per l’omaggio floreale a S. Angelo, il Sindaco Graci e gli otto assessori in carica, hanno deciso di intervenire personalmente, con fondi propri.

“A nome del Sindaco e di tutti i componenti la Giunta – è il vice sindaco Marina Barbera che parla – desidero ringraziare quanti, nessuno escluso, dai privati alla Provincia, ai dipendenti comunali, con il loro intervento e la loro disponibilità stanno contribuendo a vivacizzare i festeggiamenti in onore di S. Angelo, dal punto di vista spettacolare, in aggiunta a quello che resta il programma prettamente religioso. Con l’occasione un ringraziamento desidero rivolgere anche a coloro, vigili urbani, forze dell’ordine ed associazioni di volontariato,  che con il proprio impegno si stanno adoperando per la tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica, per una migliore riuscita della festa”.