Mary Cipolla e Bianca Elton Ara alla “Posta vecchia”

Un campionario delle nevrosi tipiche della nostra società, così si può definire il nuovo spettacolo che Mary Cipolla porterà in scena al Teatro della Posta Vecchia di Agrigento dal 7 maggio 2010, insieme all’attrice italo-inglese Bianca Elton Ara.

Scritto dalla stessa Mary Cipolla, lo spettacolo nasce da una ferma convinzione dell’autrice: il teatro, se non può ovviamente risolvere i guasti della società, deve almeno denunciarne l’esistenza, raccontare il malessere dell’umanità, meglio se in chiave umoristica. Troppo spesso ci troviamo storditi e increduli di fronte alle anomalie dei nostri tempi, dagli esiti spesso grotteschi.

Il pubblico può allora riconoscersi nell’atteggiamento delle protagoniste che si sono chiuse in un perenne stato di difesa per cui anche solo mettere il naso fuori può essere pericoloso. Allora se fuori dalla porta non ci metti solo il naso ma tutta la testa, perché meravigliarsi che ti giudichino “Fuori di testa”?

Attraverso una serie di quadretti di vita quotidiana lo spettacolo metterà in evidenza l’aspetto paradossale e parossistico dei nostri abituali comportamenti, ma anche quello tragicomico per riflettere attraverso l’anestesia della risata sulle piccole e grandi infelicità umane.

Lo Spettacolo

Niente proteste politiche o sit-in sindacali, le due attrici, segregate dalle loro nevrosi, non vogliono semplicemente più uscire dal teatro, non ne trovano la forza, al mondo reale preferiscono quello della finzione, più rassicurante e meno banale. Hanno preso possesso del palcoscenico da giorni, in fondo lì hanno tutto quello che serve per vivere, potrebbero continuare ad oltranza, si tratta di un caso umano, un caso personale che con l’ingresso degli spettatori diventa “pubblico”, riusciranno a vivere fino in fondo la loro parte? O si rifugeranno nella parte che il teatro assegna loro? E il pubblico da che parte starà? E i personaggi? I critici? I fonici? Gli elettricisti? Le sarte? Gli atto-registi? Troppe domande? Pensa quante se n’è fatte Amleto dai palcoscenici di tutto il mondo, dal 1600 che si fa domande. E Pirandello, col suo gioco delle parti, si chiedeva: chi sta al gioco e chi ne è fuori? Cambia tempo, cambia scena, la domanda è sempre questa: ci stai dentro fino al collo o sei già “fuori di testa”?

Mary Cipolla

Qualche anno fa, per compiere fino in fondo il suo destino di comica, Mary lascia la compagnia dello Stabile della sua città, il Biondo di Palermo, e mette piede nella capitale. Partecipa a vari premi nazionali per nuovi talenti comici e li vince tutti: “Charlot” a Salerno, “Cetona Cabaret”, “Bice Valori” a Verona, “Oscar Totò” Riso in Italy a Roma. Da allora porta i suoi spettacoli, di cui è anche autrice, in vari teatri della penisola. Negli ultimi anni ha lavorato al Puff di Roma con Lando Fiorini. Ha preso parte ai varietà Rai di RADIODUE “Donna Domenica” e “Ottovolante”. Meno assidue le apparizioni televisive, tra le più recenti “Sottovoce” con Marzullo su Rai Uno, “Notte Mediterranea” e “Buldozzer” su RaiDue. Nel dicembre 2005 le viene assegnato il premio “Franco Franchi e Ciccio Ingrasia”. La critica sottolinea: “…Tanto brava da non essere mai stata in televisione,…”. M. Galdieri su Il Messaggero; “…Mary Cipolla intrattiene il pubblico con una verve e una vitalità sorridente maggiore di tante sue più fortunate e famose colleghe,…” P. Petroni su Il Corriere della Sera. Interrogata in proposito, Mary Cipolla dice: “Visto che la satira continua ad assimilare l’onniemittenza di Berlusconi all’onnipotenza di Dio, satiricamente rispondo: La TV può attendere!” Nel 2008 il suo primo film TUTTA LA VITA DAVANTI nel ruolo di Luisa, regia di Paolo Virzì. Ne LA MATASSA di Ficarra e Picone è la Zia Concetta.

Bianca Ara

Diplomatasi al Laboratorio di Esercitazioni Sceniche di Roma diretto da Gigi Proietti, ha realizzato la sua carriera come attrice completa bilingue italo-inglese provandosi in vari generi artistici come l’opera lirica, la tragedia, la commedia musicale e il cabaret. Ha recitato accanto a Gigi Proietti ne”Le Cyrano de Berjerac”, ha interpretato Febbraio accanto a Maurizio Ferrini a “Domenica In” con la regia di Gianni Boncompagni, Valentina in “Non più di uno” con Renato Pozzetto, Lucy in “Lighting Up Time” con la regia di Giovanni Lombardo Radice, Ismene in “Fedra” con Mariangela Melato, una delle tre streghe nel “Macbeth” di G.Verdi diretto da Franca Valeri, l’Innamorata in “Modern Times” a Londra, ha recitato con Dario D’Ambrosi in “Un Regno per il mio cavallo” al Café La Mama di New York, Peter nel “Peter Pan” diretto da Giuditta Lelio a Palermo. E’ stata Sharon per il radio-dramma RAI “Così è la vita” diretto da Biagio Proietti, ha prestato la voce a Yorad, ultimo cartone animato di Victor Rambaldi, e all’intervistatrice nella versione italiana de “La Vie en Rose”. Ha anche prestato la voce a Laura Chiatti nella versione inglese de “Il Caso dell’Infedele Klara” diretto da Roberto Faenza. E’ la voce ufficiale inglese del canale Nat Geo Music. E’ stata definita da “Il Messaggero” “una Charlot in gonnella”. Nella vita si accompagna sempre col suo vivace bassotto Smarty.