Andrea Raiti senza rivali nel 3° slalom Pista Concordia

Andrea RaitiE’ una vittoria ampiamente annunciata alla vigilia, quella con la quale Andrea Raiti ha chiuso ogni contesa relativamente al 3° Slalom Pista Concordia, terza gara stagionale sull’omonimo tracciato ubicato tra Agrigento e Favara, quarta tappa del Campionato siciliano Acsi Slalom 2010, promosso a cura della Asd Palatinus Motorsport Capo d’Orlando, con al timone Calogero Mangano, in stretta sinergia con il Comitato regionale per l’Associazione centri sportivi italiani.

Un successo annunciato, si diceva, per il forte specialista originario di Buseto Palizzolo, ma non per questo meno meritato. Al volante della sua nuova Osella PA 21S Honda (preferita all’ultimo momento alla più usuale Gmg Alfa Romeo) Andrea Raiti ha dato vita a due manche di gara pressoché perfette, senza sbavature, senza esitazioni. Per salire sul gradino più alto del podio, al trapanese è bastato il tempo di 4’05”62 fatto segnare nella prima frazione cronometrata, poi Raiti ha per così dire amministrato sapientemente il vantaggio fino alla fine, non lasciando spazio alcuno ai suoi avversari di turno. Primo tra tutti il trapanese di Custonaci Nicolò Incammisa, al quale va comunque l’onore delle armi per un secondo posto assoluto più che sacrosanto e per averci creduto sino alla fine, con la sua Osella PA 21S Honda iscritta anch’essa dalla Dm Racing Club Palermo (come la vettura gemella del vincitore). Incammisa ha chiuso la sua prova in 4’12”33 (miglior risultato nella prima manche), a 6”71 da Andrea Raiti, il quale riconquista adesso la vetta della classifica provvisoria della serie Regionale Acsi.

Ad affacciarsi sul podio è il catanese originario di Adrano Salvatore Lo Re, altro esperto specialista siciliano per questa disciplina. Il portacolori della Kamiko Corse ha saputo sfruttare le qualità dell’agile Elia Avrio Bmw, con la quale prosegue l’affiatamento in vista di altre gare, facendo registrare un tempo di 4’18”34 (il suo miglior passaggio, 4’17”43, è stato “inficiato” dall’abbattimento di due birilli e, perciò, da 20” di penalità), distanziato di 12”72 da Raiti. Al quarto assoluto un altro pilota della provincia di Trapani, il valdericino Gaspare Corso, il quale, alla guida della sua Osella PA 20S Bmw, ha potuto completare solo la prima manche, a causa di noie occorse alla sua vettura, precedendo l’altro trapanese (residente a Fulgatore) Salvatore Candela, 5° assoluto con un’ennesima Osella, ma in versione PA 21S Honda.

Ancora una prova da incorniciare per il giovane ex kartista messinese Francesco Lombardo, alla fine sesto al suo esordio sulla pista Concordia al volante della velocissima Fiat 126 Bis Kawasaki con la quale ha prevalso nel gruppo Prototipi, davanti al novarese di Sicilia Alfredo Giamboi (Fiat X1/9), 7° assoluto, a sua volta dominatore nel gruppo Speciale. Tra gli altri vincitori di categoria, spiccano il mazarese Salvatore Arresta, 9° assoluto con la Predator e primo tra le Formula ed l’esperto specialista nisseno di San Cataldo Maurizio Anzalone, decimo al traguardo sulla Renault Clio Rs K del Motor Team Nisseno, ma in trionfo nel gruppo GTI, davanti al compagno di colori e compaesano Lillo Sollima.

Il veloce favarese Antonio Milioti (Renault Clio Williams) si è poi “impossessato” della palma di migliore in assoluto un gruppo N mentre il “navigato” agrigentino Michele Vella (su Peugeot 205 Gti) non ha avuto rivali in gruppo A.