Sanita’, in finanziaria norme per semplificazione amministrativa

Fra gli altri provvedimenti approvati in Finanziaria, inseriti dall’assessore regionale per la Salute Massimo Russo, spicca la semplificazione amministrativa. In sostanza, da ora in poi non sara’ piu’ necessaria la preventiva autorizzazione dell’Asp per la realizzazione di alcune opere edili ma sara’ sufficiente l’autocertificazione da parte di un professionista.

“E’ una norma semplicissima – spiega Russo – ma di estrema importanza perche’ evitera’ inutili lungaggini burocratiche”.

Per la prevenzione del randagismo sono previsti fondi per 5 milioni di euro: la gestione delle somme sara’ dell’assessorato regionale della Salute che potra’ finanziare appositi progetti presentati dai Comuni che riguardano la costruzione di rifugi e di moderni canili e la sterilizzazione dei cani randagi.

“E’ una somma – prosegue Russo – che servira’ a dare un nuovo impulso alla nostra azione amministrativa che punta al benessere animale e alla prevenzione del randagismo, un tema sempre di attualita’ in Sicilia che vogliamo affrontare e risolvere con misure strutturali adeguate”.

Sono stati anche recuperati 4 milioni di euro da destinare alle Universita’ siciliane per il pagamento degli stipendi dei medici specializzandi che sono stati contrattualizzati nel triennio 2007 – 2009. Era inizialmente previsto uno stanziamento superiore ma l’assessore Massimo Russo ha comunque garantito che non sono in pericolo i nuovi 198 contratti firmati per l’anno in corso e per i quali e’ gia’ stato previsto un apposito capitolo di spesa sul bilancio dell’assessorato. I nuovi contratti riguarderanno figure professionali scelte d’intesa con l’osservatorio per la formazione dell’Universita’ sulla base del fabbisogno rilevato.

“Il nostro emendamento prevedeva un finanziamento di 10 milioni di euro. Mi sono battuto per ottenere l’intera somma ma abbiamo dovuto tenere conto delle ristrettezze del bilancio. Mi impegno comunque, d’intesa con il presidente della Regione, a trovare nel corso dell’anno le opportune soluzioni per chiudere i conti con il passato. Stiamo razionalizzando – conclude l’assessore alla Salute – anche questa importante voce di bilancio che permettera’ la formazione di nuove giovani professionalita’ che saranno molto utili al sistema sanitario regionale”.