Bilancio: Cimino, “finanziaria concreta che dà molte risposte”

“Ritengo sia una finanziaria tra le piu’ concrete e generose, fatta anche con il cuore, se confrontata con quelle del passato. Forse partita per dare poche risposte, invece, pian piano con le intense attivita’ di governo, della Commissione e dell’Aula, e’ diventata una finanziaria fortemente voluta e concertata con le parti sociali”.

Lo afferma il vicepresidente della Regione Siciliana con delega all’Economia, Michele Cimino, dopo una no stop di circa 30 ore che ha dato il via libera alla legge di Bilancio e alla Finanziaria.

“Un documento finanziario – continua Cimino – che ha pensato alle famiglie con l’abbattimento del ticket, alle proroghe dei lavoratori della Fiera di Palermo, della Pumex di Lipari, delle Terme di Sciacca e Acireale, fino alle scuole aperte nel pomeriggio. Una finanziaria che ha dato seguito alle emergenze sui rifiuti e che, soprattutto, vuole rendere la Sicilia una regione piu’ trasparente, fotografando per esempio quella dotazione organica che da tempo si aspettava e che punta al contenimento della spesa, come la riduzione del tetto delle pensioni, dei compensi regionali, della societa’ partecipate, oggi semplificate, razionalizzate e unificate” .

“Abbiamo risposto alle categorie produttive – conclude l’assessore all’Economia – grazie al microcredito alle imprese, al credito d’imposta per aumentare l’occupazione, alla riforma sui Confidi. Si tratta di una riforma parziale e non definitiva, stiamo lavorando a un piano organico che si sviluppera’ insieme alla produzione delle riforme che sono nel programma del governo”