Mariarita Pellitteri e Marcello Defant a S.Spirito

pillitteriIl 2010 è un anno importante per la musica in quanto ricorre il bicentenario della nascita di Robert Schumann e di Friederich Chopin. L’Associazione Musicale Chopin di Agrigento contribuirà, nel suo piccolo, ai festeggiamenti in onore dei due compositori, maggiori esponenti del Romanticismo musicale, con un ciclo di tredici concerti che si svolgeranno presso il Museo Civico S.Spirito di Agrigento quasi ogni giovedì alle ore 18.00 a decorere dall’ 11 marzo fino al prossimo 17 giugno. Il connubio risulta interessante anche se le  parabole artistiche ed esistenziali dei due compositori hanno seguito itinerari differenti e forse mai si sono davvero incrociate. Chopin viveva a Parigi e frequentava i salotti aristocratici della città mentre Schumann viveva a Lipsia con la moglie Clara (una delle più grandi pianiste del secolo) in una realtà che, nonostante la presenza di altri eccelsi musicisti come Mendelssohn, era tutto sommato chiusa e provinciale. Ciascuno di essi era però al corrente della produzione musicale dell’altro. Chopin, a dire il vero, mostrava nei confronti della musica del collega una certa indifferenza. Schumann, invece, la stimava moltissimo, e considerava Chopin uno dei suoi compagni ideali di lotta in difesa delle nuove concezioni musicali.

Durante l’escursus della presente Stagione Concertistica agrigentina, dedicata precipuamente ai due grandi compositori e al loro mondo, si alterneranno musicisti di altissimo spessore artistico del concertismo nazionale e internazionale. Il primo concerto, che si svolgerà giovedì 11 marzo, vedrà impegnati la pianista Mariarita Pellitteri e il violinista Marcello Defant i quali eseguiranno la Sonata for Violin and Piano Op 105 di R. Schumann, la Sonata in La for Violin and Piano di C.Frank, la  Sonata n. 3 in D minor Op.108 di J.Brahms e Tzigane “Rapsodie de Concert” di M.Ravel.

Mariarita Pellitteri ha iniziato a suonare il pianoforte già all’età di 4 anni sotto la guida del padre M° Enzo Pellitteri conseguendo poi il Diploma presso il Conservatorio di Musica “Vincenzo Bellini” di Palermo. Presso lo stesso conservatorio ha conseguito anche il Diploma di Clavicembalo sotto la guida del M° Roberto Pagano. I corsi di perfezionamento pianistico con Sergio Fiorentino, Carlo Bruno, Marcella Crudeli, Piotr Lachert e Lazar Berman hanno contribuito ad ampliarne le consolidate doti artistiche. Ottenuta l’idoneità per l’insegnamento del Pianoforte Principale nei Conservatori di Stato, ne ha intrapreso l’attività presso il “Francesco Cilea” di Reggio Calabria e presso il “Lorenzo  Perosi” di Campobasso. Intensa l’attività pianistica che l’ha vista impegnata in concerti solistici, vocali, strumentali e orchestrali con varie esibizioni in Italia e all’estero, in particolare in Germania, Francia, Spagna, Olanda, Belgio e nel settembre del 2007 in Giappone.

La più che ventennale carriera musicale di Marcello Defant è improntata ad un inesauribile eclettismo che lo ha portato a frequentare ed approfondire i campi ed i repertori più vari. Dalla sua prima apparizione in pubblico, all’età di 15 anni, incessante è stata la sua attività come solista e camerista che lo ha visto protagonista nelle sale più importanti del mondo: Carnegie Hall a New York, Royal Albert Hall a Londra, Salle Olivier Messiaen a Parigi, Salle de l’Arsenal di Metz, Konzertgebouw di Amsterdam, Beethovenhalle di Bonn, Accademia Chigiana di Siena, Stagione da Camera dell´Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma, Cemal Resit Rey di Istanbul, Tokyo Bunka Kaikan, Teatro Colon di Buenos Aires e tante altre. America e Cina accolgono ogni anno entusiasticamente le sue esibizioni. La sua attenzione spazia dalla musica antica (è stato membro dei “Virtuosi di Roma” e tra i fondatori della “Camerata Strumentale di Roma” con concerti nelle più importanti sale di Europa, America del sud e Giappone) alla musica contemporanea, soprattutto in seno allo “European Music Project Ensemble” con cui collabora sin dalla sua fondazione. Ha inciso CD per le case discografiche Sarx, San Paolo Audiovisivi, Phoenix, Symposium, per la tedesca Antes Concerto e la spagnola Opera Tres.

L’ingresso al concerto di giovedì è libero sino ad esaurimento dei posti a sedere.