La via di fuga dal rione “Duomo” di Agrigento

san_gerlando_proteste14Legambiente, alla luce di recenti ed in alcuni casi tragici fatti di cronaca, ritiene importante  l’apertura di un dibattito sulla c.d. via di fuga a cui possano partecipare i cittadini e i portatori di interessi diffusi.

In tale ottica si fa promotrice di un incontro pubblico che troverà svolgimento domani, giovedì 11 marzo, alle ore 17:00, presso il Collegio dei Filippini, a cui interverranno tra gli altri:

–       l’Assessore ai LL.PP. del Comune di Agrigento, ing. Renato Buscaglia;

–       il Presidente dell’Ordine degli Ingegneri di Agrigento, ing.Vincenzo Di Rosa;

–       il Presidente dell’ordine Regionale dei Geologi, dott. Gianvito Graziano;

–       per il Servizio Regionale di Protezione Civile di Agrigento, l’ing. Giuseppe Di Miceli;

–       l’avv. Vincenzo Camilleri, coordinatore del Piano Strategico di Agrigento;

–       il Presidente Regionale di Legambiente, arch. Domenico Fontana;

Sono stati altresì invitati a partecipare al dibattito:

–       Il Prefetto di Agrigento, dott. Umberto Postiglione;

–       L’Arcivescovo di Agrigento, mons. Francesco Montenegro;

–       Il Sindaco di Agrigento, avv. Marco Zambuto;

–       Il Capo del Genio Civile di Agrigento, arch. Salvatore La Mendola;

–       Il Soprintendente ai BB. CC. AA., dott.sa Gabriella Costantino;

–       Il Comandante dei Vigili del Fuoco di Agrigento.

Per Legambiente su questo tema specifico è importante il confronto tra tutti i soggetti interessati e soprattutto quello con la cittadinanza:  “Non si tratta di fatti meramente tecnici – affermano Mimmo Fontana e Daniele Gucciardo – ma di contemperare la tutela della sicurezza dei cittadini con la conservazione della loro memoria collettiva, rappresentata dal patrimonio storico-culturale. Riteniamo pertanto utile questa iniziativa per evitare che la fretta porti a scelte sbagliate, frutto di una impostazione del problema che a noi pare errata. Un maggiore coinvolgimento della cittadinanza nella scelta delle soluzioni da adottare potrà servire a produrre più consapevolezza e condurre ad una maturazione democratica delle decisioni”.