Emergenza rifiuti, Spoto (RC) esprime preoccupazione

spoto_provinciaGrave preoccupazione  viene espressa dal Consigliere della Federazione della Sinistra Nino Spoto per lo sciopero ad oltranza deciso dagli operatori ecologici dell’ATO Gesa2 che da mesi non percepiscono più gli stipendi.

“La situazione questa volta sembra sfuggita di mano e noi cittadini che pur pagando le tasse ci troviamo invasi dai rifiuti”,  dice Spoto.

“La provincia – prosegue il consigliere – ha bisogno di essere liberata  da questo sistema di gestire importanti problemi come i rifiuti  in maniera dilettantistica, bisogna che si attuino tagli  di spese inutili e superflue che stanno lasciando la Gesa2 sull’orlo del fallimento.

Montagne di spazzatura davanti casa, i rifiuti ormai oltre i marciapiedi occupano anche le corsie delle strada”.

Spoto esprime tutto il suo sdegno per questo stato di cose: “gli ATO sono carrozzoni che servono per far arricchire i parenti e gli amici dei nostri politici vero cancro di  questa povera terra. Bisogna prendere spunto dalla cancellazione degli ATO che sta avvenendo a livello nazionale per rimuoverli definitivamente anche in Sicilia.

Che si provveda a sciogliere gli ATO Rifiuti per poter tornare ad una gestione pubblica del  servizio;

Che si trovino, immediatamente  fondi per poterli destinare al pagamento  degli stipendi dei lavoratori dell’ATO Rifiuti”.

Spoto ricorda inoltre, che l’ATO Rifiuti ha causato un aumento dei costi spropositato rispetto alla qualità del servizio che viene erogato ai cittadini.

“Auspico un pronto intervento di tutti i soggetti interessati a questa emergenza al fine, prima di chiarire la situazione degli stipendi dei lavoratori e poi di provvedere alla immediata rimozione di tutta la spazzatura anche per scongiurare episodi vandalici o  incendi ai cumuli di immondizia o altri  comportamenti  che potrebbero risultare gravi e pericolosi anche per l’incolumità dei cittadini” conclude Spoto.