Teatro della Valle, intervento del presidente dell’Assomusica

logo_assomusicaIl presidente dell’Associazione Italiana organizzatori e produttori di spettacoli di musica dal vivo Alessandro Bellucci, ha inviato una nota al presidente dell’Ente Parco, al presidente della Provincia ed al sindaco di Agrigento facendo propria la richiesta di Gaetano Pendolino, presidente del Consorzio Valle dei Templi con la quale si chiede la proroga alla concessione del Teatro Valle dei Templi per il 2010.

Ecco di seguito il contenuto della lettera.

Gentili Signori,

lʼAssociazione di categoria Assomusica, che ho lʼonore di presiedere, è lʼAssociazione Italiana organizzatori e produttori di spettacoli di musica dal vivo. Associa oltre cento imprese su tutto il territorio nazionale che insieme organizzano circa il 90% dei concerti di musica dal vivo in Italia.

Vengo a conoscenza della sconcertante decisione di negare lʼoperatività del Teatro Valle dei Templi per lʼorganizzazione di eventi e spettacoli.

Ogni giorno gli operatori dello spettacolo si battono affinché, in ogni luogo, dal meno noto al più maestoso, si diffonda il concetto di cultura dello spettacolo.

La Valle dei Templi ricorda, ai siciliani in primis e agli italiani tutti, la nostra storia, il nostro passato e tutta la magia che lʼUnesco ha voluto riconoscere come Patrimonio Mondiale dellʼUmanità.

Privare questo luogo di eventuali manifestazioni a carattere musicale, o spettacolare in genere, sarebbe un danno irreparabile per tutti e un esempio di “non diffusione della cultura”.

Condivido appieno il pensiero del Dr. Gaetano Pendolino, Presidente del CDA del Consorzio Turistico Valle dei Templi, il quale ribadisce che il successo di alcune manifestazioni sia enfatizzato dallo scenario magico in cui esse vengono svolte, amplificandone la notorietà e lʼimpatto emotivo.

A tal fine, sottoscrivo la richiesta del Dr. Pendolino di proroga di Concessione del Teatro Valle dei Templi per lʼanno 2010 e lʼappello di rivalutare le decisioni prese in merito.

RingraziandoLa per lʼattenzione ed auspicando in una Sua risposta positiva, colgo lʼoccasione per porgerLe i miei migliori saluti.